LUTTO A ROVIGO Gian Luigi Orsini, 66 anni, stimatissimo professionista di Unindustria, stroncato da un malore. Unanime cordoglio in due province. E non solo. Il rispetto dei sindacati e dei lavoratori

Notissimo consulente muore mentre torna dalle ferie

Gian Luigi Orsini
Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

Faceva un mestiere non facile: consulente per Unindustria, diviso tra Ferrara e Rovigo. Un settore delicatissimo, alle prese con le maggiori trattative sindacali, col destino di numerosi lavoratori sulle spalle. Nonostante questo, Gian Luigi Orsini, 66 anni, originario di Ferrara, conosciutissimo a Rovigo, ha sempre saputo guadagnarsi il rispetto e l'ammirazione non solo della "sua" Unindustria, ma anche dei sindacati e dei lavoratori


Rovigo - Stroncato da un malore improvviso, in aeroporto, mentre stava tornando da un periodo di ferie in Thailandia. E' così che è morto Gian Luigi Orsini, 66 anni, professionista di livello assoluto, consulente di Unindustria. Lavorava sia a Ferrara che a Rovigo, prestando la propria consulenza per trattative sindacali e problematiche connesse. Un settore delicatissimo, nel quale a detta di tutti, controparti comprese, eccelleva.

Era anche interlocutore abituale del ministero, occupandosi della presentazione dei piani industriali legati al rifinanziamento degli ammortizzatori sociali come la cassintegrazione. Numerosissime le vertenze e le trattative affrontate, come quelle relative alla Novamont di Bottrighe, o anche la Zta.

Confronti non agevoli, alla luce della posta in gioco - il lavoro di tante persone in primis - ma che sempre lo avevano visto guadagnarsi rispetto e stima umana anche da parte di quella che, a rigore di logica, avrebbe dovuto essere la controparte, ossia i sindacati.

"Mi ha sempre colpito la sua umanità straordinaria - spiega Paolo Zanini, referente per il Polesine di Fp - Cgil, ma per tanti anni numero uno del settore metalmeccanico, con la Fiom Cgil - E' sempre stato un interlocutore trasparente: quello che prometteva, manteneva. Una persona molto valida, molto umana. Per me era la controparte, ma la notizia della sua scomparsa mi ha colpito a fondo".

Lascia un ottimo ricordo e un profondo dolore, oltre che a Unindustria Rovigo, dove lavorava alternandosi con la sede di Ferrara, a seconda degli impegni, anche a Palazzo Celio, sede della Provincia e di numerosi incontri sindacali. 

 

 

14 marzo 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe