MUSICA ROVIGO Venerdì 17 marzo alle ore 21 presso il salone dei concerti di Palazzo Venezze avrà luogo primo appuntamento del Simultaneo ensemble, la rassegna di musica da camera organizzata dal Consorzio dei conservatori del Veneto

Concerto inaugurale con i violoncelli di Luca Simoncini 

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

Due a Rovigo, il primo inaugurale il 17 marzo ed il secondo l’1 aprile con la partecipazione degli studenti dell’università delle arti del Kazakhstan, e due ad Adria l’8 e 29 aprile saranno gli appuntamenti in Polesine della 14esima edizione del Simultaneo ensemble per la quale è stato proposto il tema “Voci dall’est”



Rovigo - Sarà il conservatorio di Rovigo ad aprire, venerdì 17 marzo alle ore 21 presso il Salone dei concerti di palazzo Venezze, la 14 edizione della rassegna di musica da camera Simultaneo ensemble organizzata dal Consorzio tra i conservatori del Veneto quali Adria, Castelfranco Veneto, Padova, Rovigo, Venezia, Verona e Vicenza.

Il Simultaneo ensemble è un laboratorio di musica da camera ideati nel 2003 da Cecilia Franchini e coinvolge e coordina allievi e docenti di tutte le sette istituzioni venete offrendo un’ampia panoramica di giovani talenti dei vari Conservatori. 

Dopo l’edizione 2016 dedicato a “La musica nella grande guerra” il Simultaneo ensemble riprende ampliando il tema della grande musica dell’est europeo. Il tema proposto per il 2017 è infatti “Voci dall’est” che si articola in un programma ampiamente variegato comprensivo anche di “varianti” create dal rapporto di gemellaggi intercorso con l’università delle arti del Kazakhstan da cui giungeranno alcuni studenti per tenere tre concetti assieme ad allievi e dicenti di Padova, Venezia e Rovigo. 

Come annunciato da Giuseppe Fagnocchi l’evento inaugurale del 17 marzo vedrà protagonisti due gruppi: il Sestetto di violoncelli della classe del maestro Luca Simoncini, composto dalla stesso Simoncini, Luca Giovannini, Marco Venturini, Marina Pavani, Moreno Amiconi e Ludovica Angelini, che proporrà musiche di Fryderyk Chopine Franz Liszt, cui seguirà il Quintetto per archi e pianoforte op.81 di Antonin Dvorak interpretato da Elio Orio e Giacomo Rizzato ai violini, Francesca Marino alla viola, Ludovico  Ermellini al violoncello e Cecilia Franchini al pianoforte. 

Sabato 1 aprile invece alle ore 10.45 presso la sala Oliva dell’Accademia dei Concordi vedrà la partecipazione degli studenti del Kazakhstan insieme a quelli dei tre conservatori e del violinista Giovanni Angolerei, premio Paganini e attualmente docente al Venezze. 

Nel secondo conservatorio del Polesine, quello di Adria, gli appuntamenti saranno invece sabato 8 aprile alle ore 17 presso la sala dei concerti del Conservatorio Buzzolla dove si esibiranno studenti dei conservatori di Adria, Rovigo, Venezia su musiche di Liszt e Georges Enesco e Dvorak ed il 29 aprile sempre alle ore 17 presso la sala dei concerti del Conservatorio Buzzolla con gli studenti di Adria, Padova, Vicenza e Venezia sulle musiche di Dvorak, Bedrich Smetana, Enesco.

15 marzo 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe