CURIOSITÀ CUCINA Nella classifica stilata da Napoli pizza village, Rovigo è una delle città meno care dove mangiarla fuori casa

In Polesine la pizza tra le più economiche d’Italia 

Rosolina Mare - Notte di fuoco

Buona, poco costosa e che genera occupazione visto i numeri in Polesine: si tratta della pizza a Rovigo dove, da una analisi di Napoli pizza Village, il capoluogo di provincia è sesto nella classifica nazionale per il costo della pietanza con i suoi 8.09 euro



Rovigo - A Rovigo mangiare una pizza costa meno che in altre città dello stivale. E’ quanto si desume dalla classifica delle province stilata da Napoli pizza Village, la kermesse italiana di promozione della pizza nel mondo che conta anche un magazine, che ha constatato come nel capoluogo veneto, il costo medio di una margherita e di una bibita è infatti di 8.09 euro piuttosto che a casa dove la media di una pizza realizzata è di circa 8.73 euro, senza considerare il tempo impiegato per farla e far riposare l’impasto (circa 4 ore), l’uso dell’acqua, la corrente elettrica e le materie prime utilizzate.

Solo nella città di Rovigo e nella provincia, ci sono oltre 688 pizzerie che generano occupazione per circa 1.203 persone. Fin qui Napoli pizza Village parla di valori assoluti, ma se si considera il rapporto con la popolazione, i numeri sono sorprendenti. Tra le 14.166 pizzerie presenti nella regione, nella città di Rovigo si registra la media di 1 pizzeria ogni 354 abitanti.

Visti i dati si può quindi parlare di una vera e propria potenza gastronomica, che non solo è buona e costa poco ma genera occupazione.

15 marzo 2017




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017