CARABINIERI ROVIGO Bel colpo dei militari della Compagnia di Rovigo, guidati dal maggiore Salvatore Gibilisco. Aveva convinto la donna che il figlio era in carcere

Finto avvocato, vero sciacallo: prende 30mila euro a una 83enne

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
Un bel colpo sul fronte della prevenzione e della repressione di uno dei reati più odiosi, quello messo a segno dai carabinieri


Rovigo - Spacciandosi per avvocati, facendo leva sull'amore degli anziani per figli e parenti, li rovinavano economicamente. A finire denunciato è stato un 37enne di Napoli, denunciato in stato di libertà. Per altri motivi, comunque di questo genere, si trova già agli arresti domiciliari. A indagare il Nucleo operativo radiomobile, guidato dal lugootenente Giancarlo Macrì e facente parte della Compagnia guidata dal maggiore Salvatore Gibilisco.

A quanto ricostruito, il 37enne si sarebbe presentato a casa di una donna di 83 anni di Rovigo, facendo finta di essere un avvocato. Le avrebbe detto che il figlio era stato arrestato a causa di un incidente stradale da lui provocato. L'uomo, elegantemente vestito e preceduto da una telefonata, aveva convinto l'anziana che il figlio era in carcere e si doveva pagare una cauzione di 6mila euro.

L'anziana avrebbe versato subito un acconto in contanti, il resto in gioielli. Il tutto per circa 30mila euro. Gli ha dato tutto quello che aveva in casa. Passata la foga e la paura, la donna ha chiamato il figlio, ricevendo rassicurazioni sulla sua situazione e dicendole che doveva subito denunciare i fatti.

Gli elementi sui quali hanno cominciato a lavorare i carabinieri non erano molti, ma hanno consentito di arrivare al bersaglio. Sono emersi anche episodi simili messi a segno in provincia di Ferrara. C'è stato anche un riconoscimento fotografico, che ha consentito di procedere alla denuncia a piede libero. A coordinare l'indagine, il pubblico ministero Andrea Girlando.
16 marzo 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017