CONSORZIO DI BONIFICA ROVIGO Il presidente dell'ente se la prende con gli irresponsabili che, nel pomeriggio di venerdì 10 marzo, si sono resi responsabili dello sversamento di inquinanti nel Ramostorto

"Nessuna pietà per chi ha inquinamento lo scolo"

Foto di archivio
Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

Il presidente del Consorzio di Bonifica Adige Po è arrabbiato, dopo l'inquinamento dello scolo Ramostorto, avvenuto alle porte di Rovigo venerdì 10 marzo (LEGGI ARTICOLO). E se la prende con chi provoca gravi danni all'ambiente con azioni incoscienti



Rovigo - “Sono certo che la procura di Rovigo non sarà morbida' nei confronti di chi ha inquinato lo scolo Ramostorto svuotando nelle acque sostanze inquinanti. E’ un danno che si crea al mondo agricolo che usa l’acqua degli scoli per l’irrigazione delle proprie colture agricole e un danno per l’ambiente, che colpisce la flora e la fauna, senza la possibilità di una ripresa". E' arrabbiato, il presidente del Consorzio di Bonifica Adige Po Visentin, dopo lo sversamento di inquinanti nello scolo alle porte di Rovigo.

"E' un danno - prosegue - per tutti i cittadini che sono costretti a sopportare le conseguenze di azioni incivili dei soliti furbetti. Non c’è intelligenza umana e lavorativa da parte delle persone che, senza nessun rispetto, hanno lasciato andare nello scolo materiale inquinante, come se tutto fosse loro permesso".

“Ringrazio i vigli del fuoco, il comandante dei vigili urbani, l’ente Arpav e gli operatori del Consorzio Adige Po, per l’immediato sopraluogo e la velocità nell’affrontare con i mezzi di assorbimento il propagarsi dell’inquinamento. Giusta quindi la decisione del Sindaco di Rovigo di sospendere l’uso dell’acqua dello scolo a scopo irriguo e per la pesca sportiva".

"Mi auguro che le future analisi che l’ente Arpav andrà ad eseguire nello scolo in questione,possano dare la possibilità agli imprenditori agricoli, di utilizzare l’acqua per l’irrigazione delle colture ricordando che in questo periodo si stanno apportando tutte le misure necessarie a gestire un’irrigazione anticipata a causa della falda bassa e della carenza di pioggia. Un ringraziamento particolare va a quelle persone che con tempestività hanno segnalato il problema, dando modo di riparare all’atto vandalico di persone incoscienti".

16 marzo 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018