COMUNE ROVIGO Il sindaco Massimo Bergamin annuncia il nome del nuovo componente della giunta: Patrizia Borile, ex direttore del Csa di Adria

Annunciato il nuovo assessore al sociale

Massimo Bergamin
Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

Per il momento il rimpasto di giunta è rinviato e l’unica cosa certa sulle deleghe riguarda solamente la nomina del nuovo assessore ai servizi sociali, Patrizia Borile. Come già annunciato (LEGGI ARTICOLO), sarà proprio l’ex direttore della csa di riposo di Adria a farsi carico delle deleghe “vacanti” dopo la cacciata di Beatrice Di Meo (LEGGI ARTICOLO). Per il momento è l’unica novità certa ma il sindaco Massimo Bergamin annuncia che nei prossimi giorni farà un riepilogo delle deleghe in carico ai vari assessori con l’idea di “liberarsi” di alcuni efferati che il primo cittadino si era tenuto per sé. Tra questi, sicuramente l’ambiente che potrebbe andare al vicesindaco Ezio Conchi


Rovigo – Nomina slittata solo di qualche giorno, a causa di un problema personale della interessata. Ma il nome ora è davvero ufficiale: Patrizia Borile entrerà la prossima settimana a far parte della giunta di Massimo Bergamin, con la delega ai servizi sociali. Più volte negli ultimi mesi si era fatto il suo nome come maggiore personalità papabile per la carica di assessore ai servizi sociali, delega che da alcuni mesi, dopo la cacciata di Beatrice Di Meo, detiene l’assessore Luigi Paulon, già per conto suo oberato di deleghe. Per questo, ormai, era diventato più che necessario trovare l’assessore mancante, tanto che il sindaco Massimo Bergamin aveva chiesto a tutti i gruppi di maggioranza di indicare una proposta per una personalità adatta a quel ruolo. L’unico curriculum depositato sul tavolo del primo cittadino era proprio quello di Patrizia Borile, ex direttore del Csa di Adria e con una grande esperienza in materia, seguita anche come funzionario regionale. Curriculum presentato dal gruppo del presidente del consiglio, Paolo Avezzù, ma probabilmente in accrdo anche con il gruppo misto di Renato Borgato. 

“Per il momento istituirò solo il nuovo assessore ai servizi sociali – spiega il sindaco Massimo Bergamin, che conferma le voci di corridoio ufficializzando la nomina di Patrizia Borile – Per il rimpasto devo rimandare. Ho bisogno di un po’ di tempo per sedermi al tavolo e riepilogare tutte le deleghe. Annuncio comunque che penso di ridistribuire un po’ delle deleghe che mi sono tenuto. Non sono assolutamente in discussione la mia delega alla sicurezza e alle partecipate. Credo invece che cederò l’ambiente. Istituirò inoltre una nuova delega quella allo sviluppo digitale”. Probabile che il sindaco decida di scegliere quali deleghe ridistribuire, e a chi, entro il prossimo consiglio comunale del 30 e 31 marzo. Ed è probabile anche che la delega all’ambiente finisca nelle mani di Ezio Conchi, per il quale, conferma il sindaco, la carica di vice sindaco “non è e non è mai stata in discussione”.

 

17 marzo 2017
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

  • Un gruppo di azzurri chiede "Basta personalismi"

    FORZA ITALIA L'ex assessore e vicesindaco del comune di Rovigo invita attorno ad un tavolo una trentina di amici amministratori per discutere di politica insieme

  • La maggioranza non c'è più

    COMUNE ROVIGO Non si raggiunge il numero legale in aula ed il consiglio comunale slitta a mercoledì 11 aprile con maggioranza a 13 invece che a 17. Quasi tutti presenti gli assenti all’appello

  • Forza Italia ancora “offesa” rischia di non presentarsi in consiglio

    COMUNE ROVIGO Il sindaco Massimo Bergamin: “Nessun rimpasto” dopo aver mandato a casa già da due mesi il vice sindaco degli azzurri, "gli assessori non si toccano"

  • Da Forza Italia solo appoggio esterno alla maggioranza

    COMUNE ROVIGO Gli azzurri non hanno alcun assessore in giunta Bergamin e non intendono attendere oltre il rispetto degli accordi elettorali

  • Un posto per cinque

    POLITICA ROVIGO Tempo di cambiare aria nelle stanze degli assessori del comune capoluogo: potrebbero essere due quelli costretti ad abbandonare, tre i volti più o meno nuovi in ingresso. Sindaco commissariato da Forza Italia

  • Saccardin rifiuta l'incarico da vicesindaco

    COMUNE ROVIGO Dopo la cacciata di Ezio Conchi il sindaco aveva affidato, senza dirglielo, l'incarico di vice all'assessore di Presenza Cristiana che ha deciso di non accettare

  • Lega nord in subbuglio in Veneto e anche a Rovigo

    ELEZIONI POLITICHE 4 MARZO 2018 Le liste depositate secondo l’imprimatur di Matteo Salvini sacrificano buona parte dei possibili candidati “nazionali” del Carroccio. Il capoluogo polesano soffre doppiamente 

Animazione estiva Baseball Camp 2018