SANITA' E SERVIZI ADRIA (ROVIGO) Lo annuncia il presidente del Comitato  Impegno per il Bene Comune Enrico Bonato, che invita a non confondere la sua attività con quella della lista rappresentata in consiglio comunale

Avanti con la petizione per difendere il lavoro

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

Avanti con la petizione lanciata dal Comitato Impegno per il Bene Comune a tutela di quei posti di lavoro messi a rischio dall'accorpamento dell'Ulss 19 di Adria e del Basso Polesine da parte della Ulss 18 di Rovigo e dell'Alto Polesine (LEGGI ARTICOLO)



Adria (Ro) - "Non si può certo dire che la raccolta delle firme per la petizione in difesa dei servizi soci-sanitari e dei posti di lavoro sia passata in sordina: in questi giorni, molte parole sono state spese, talvolta critiche e talvolta benevole, nei confronti dell’iniziativa. Ci ferisce tuttavia la polemica nata in ragione dell’organo promotore dell’iniziativa, il Comitato civico Impegno per il bene comune, benchè congiuntamente con i lavoratori e gli ormai ex-dipendenti dei servizi di cui si parla nella petizione".

Lo afferma il presidente del Comitato, Enrico Bonato, che ci tiene a fare chiarezza. "Il 10 febbraio è stato composto il nuovo direttivo del Comitato; i nuovi eletti dall’Aassemblea dei soci civici Impegno per il Bene Comune sono stati: Cristian Andriotto , Enrico Bonato, Gabriella Borghetto,  Michele Casellato, Elisa Corniani, Cristian Mantovan, Marco Pregnolato Maurizio Spano,  Romana Veronese.  Hanno raccolto il testimone dal direttivo insediatosi l’ 8 Giugno 2015, giorno della nascita del comitato.  Nel successivo incontro del 22 Febbraio sono state definite le cariche: Enrico Bonato Presidente del Comitato, Vicepresidente Michele Casellato ed il Tesoriere Romana Veronese".

"Si è completato così il percorso che ha visto prima le elezioni del direttivo delle Liste Ibc e SiAmo Adria, poi del direttivo del Comitato in modo che le attività dei due organismi possano essere separati, visto che nessun componente dell’uno può essere anche membro dell’altro.  Sin dal nuovo insediamento è apparsa chiara ed evidente l’intenzione del direttivo del Comitato di volere perseguire  gli obiettivi della difesa e promozione dei beni comuni, della tutela della salute del territorio e dell’ambiente, della valorizzazione della cultura in tutte le sue forme: l’approccio sarà del tipo associazionistico, culturale e civico".

"Questa distinzione netta rispetto alla dimensione strettamente politica delle liste civiche può permettere al Comitato di collaborare con associazioni e altre realtà senza il rischio di preclusioni ideologiche, ed uscendo da schemi  partitici: per questo, alla manifestazione del 4 marzo il Comitato si è presentato senza simboli e bandiere, con un solo striscione riportante l frase 'impegno di ieri, oggi, domani: dalla sanità giù le mani'".

La raccolta firme per la petizione per salvare i posti di lavoro dei lavoratori della Sanità del Delta continuerà anche sabato 18 marzo, in piazza Grotto, dalle 10 alle 12.30.  

17 marzo 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe