IL CASO AD ADRIA (ROVIGO) La multa alla donna incinta di Rosolina non è arrivata per la mancanza del permesso ma per aver parcheggiato in zona disco orario superiore ai 120 minuti

Il codice della strada vale per tutti, signore in gravidanza comprese

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Precisando che ad Adria non si può proporre un parcheggio rosa valido in tutta l’Ulss 5, poiché non in tutti i comuni non li hanno emessi, il comandante Pierantonio Moretto spiega che la contravvenzione fata alla signora in gravidanza è per un altro motivo: il parcheggio in zona disco orario superiore ai 120 minuti



Adria (Ro) - Non è contestato il parcheggio senza il permesso “rosa”, ma in zona disco orario superiore ai 120 minuti concessi.

Questo il motivo della sanzione arrivata dalla polizia locale di Adria, capitanata da Pierantonio Moretto, ad una signora incita di Rosolina che si era recata all’ospedale di Adria per una visita, ma che alla sua uscita dalla struttura si è trovata la multa (LEGGI ARTICOLO).

Dalle parole di Moretto si deduce che alla signora non è contestato il parcheggio senza il permesso “rosa”, per il quale il comune ha predisposto ben sette stalli di sosta riservati alle donne in gravidanza, residenti nel comune di Adria, e con prole di età inferiore ad un anno, sui quali comunque la signora non potrebbe parcheggiare, ma per il parcheggio in zona a disco orario superiore ai 120minuti. 

Non posso proporre alla giunta un parcheggio rosa valido in tutta l’Ulss 5 in quanto tanti Comuni non li hanno emessi alla luce del fatto che non sono annoverati nella normativa vigente, a differenza del parcheggio invalidi rilasciato dal comune di residenza, valido in tutta europa”. 

17 marzo 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017