PAURA SUL TRENO REGIONALE ROVIGO Momenti di agitazione sul regionale da Bologna a Venezia, identificato dai carabinieri un senzatetto marocchino di 38 anni, clandestino e noto alle forze dell'ordine

Ubriaco fradicio in treno, prega Allah: allarme terrorismo

Musikè fondazione cariparo
Un episodio che si è risolto nell'identificazione di un marocchino di 38 anni, noto alle forze dell'ordine, senza gravi conseguenze, ma che comunque la dice lunga sul livello di allarme e paura che ormai, giustificatamente o meno che sia, caratterizza anche il nostro paese, per quanto riguarda possibili atti di terrorismo

Rovigo - Si è messo a pregare Allah sul regionale Bologna - Venezia, da ubriaco. Una donna, in carrozza vicino a lui, della litania, ha capito unicamente "Allah Akbar", ossia "Allah è grande", invocazione ormai purtroppo spesso collegata a episodi di terrorismo. La passeggera si è agitata e ha lanciato l'allarme alle forze dell'ordine. Sono state allertate le pattuglie delle varie stazioni disseminate lungo il percorso del treno. A intervenire alla fine è stata quella di San Pietro in Casale, che ha identificato il marocchino.

E' risultato trattarsi di un 38enne noto alle forze dell'ordine, per reati in materia di immigrazione e ricettazione, senzatetto. Ha detto che in effetti stava pregando. Il fatto che fosse ubriaco probabilmente non ha migliorato la situazione, favorendo l'equivoco. E' stato denunciato in quanto clandestino nel nostro paese, è stato fotosegnalato e molto probabilmente verrà espulso in maniera coattiva.
18 marzo 2017




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017