RUGBY ECCELLENZA Vincono Calvisano e Petrarca Padova, San Donà si prende un vantaggio sulle altre per il quarto posto 

Le prima due della classe mantengono il passo

Massimo Brunello coach del Calvisano capolista e Andrea Cavinato tecnico del Petrarca Padova
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

 Prosegue la corsa delle prime due della classe del Campionato Italiano di Eccellenza. Nel quattordicesimo turno Calvisano e Petrarca vincono in trasferta rispettivamente sul campo di Viadana e Fiamme Oro, rendendo la corsa ai play-off ancora più incerta. Della situazione ne approfitta il Lafert San Donà che, superando 20-15 il Conad Reggio, conquista il quarto posto in solitaria. Vittoria sofferta per Mogliano in casa del Sitav Rugby Lyons che ottiene un punto bonus importante per la lotta salvezza.
Leggi l'articolo sulla sconfitta del Badia
Leggi l'articolo sul pareggio del Villadose
Leggi l'articolo sul derby Frassinelle - Rovigo Cadetta
Leggi l'articolo sul memorial Suriani
Leggi l'articolo su FemiCz Rovigo - Lazio
Leggi le dichiarazioni di McDonnell, Ruffolo e Barion
Leggi l'articolo sulla disfatta dell'Italia al Sei Nazioni
Leggi le dichiarazioni di Conor O'Shea
Leggi l'articolo sulla sconfitta dell'Italia Under 20
Leggi l'articolo sulla sconfitta dell'Italdonne


Roma – Non riesce l’impresa alle Fiamme che al termine di 80 combattutissimi minuti al “Gelsomini” cedono 21 a 29 di fronte ai secondi in classifica del Petrarca Rugby.

I ragazzi di Umberto Casellato ce l’hanno messa tutta per cercare di portare a casa il match, concedendo poco e niente ai veneti anche in inferiorità numerica. La differenza l’hanno fatta la maggiore disciplina dei “Tuttineri”, la capacità di restare concentrati per tutto l’arco della partita e i calci di Miah Nikora, vera e propria spina nel fianco dei Cremisi e per questo nominato anche man of the match.

“Non posso imputare nulla ai ragazzi che hanno difeso alla grande e giocato con grande intensità – ha dichiarato coach Umberto Casellato al termine – È stata una partita giocata punto a punto, come spesso è accaduto finora. La differenza oggi l’hanno fatta i dettagli e il divario in classifica, come avevo detto nei giorni scorsi, si è visto. Guardiamo alla prossima partita con la Lazio, che per noi sarà particolarmente importante”.

Purtroppo, stavolta, il XV della Polizia di Stato non riesce a conquistare il bonus difensivo e scende al sesto posto in classifica, vedendo allontanarsi la quarta piazza, ora occupata dal San Donà e distante sette punti. Sabato prossimo all’Acqua Acetosa i Cremisi saranno di nuovo in campo per il derby con la Lazio.

Il Petrarca apre le ostilità dopo 5 minuti con una punizione di Nikora, ma le Fiamme rispondono dopo quattro minuti: dopo una touche sul lato destro, la maul cremisi entra nell’area di meta ed è Alain Moriconi a schiacciare. Azzolini trasforma e porta i suoi in vantaggio 7 a 3. Ma l’apertura padovana oggi è la vera spina nel fianco dei Cremisi con il suo 7/8 dalla piazzola; è infatti ancora Nikora a centrare i pali al 12’ e al 20’ e segna il nuovo vantaggio petrarchino (7-9). Le Fiamme però non mollano e rispondono, sempre al piede, tre minuti dopo con Azzolini che riporta i suoi a +1. Ma al 28’, su un momento di smarrimento dei padroni di casa, arriva la meta del Petrarca con Su’a. Nikora trasforma e porta il Petrarca avanti di sei punti. Ancora l’apertura veneta, al 37’, centra di nuovo i pali e il Petrarca va a +9. Allo scadere arriva la seconda meta cremisi, con Marcello De Gaspari (scuola Rovigo): l’ala cremisi, dopo un’azione multifase, riceve il pallone da Amo Wilbore e schiaccia oltre la linea. Maicol Azzolini non trasforma e le squadre vanno al riposo sul 15 a 19.

Quattro minuti dopo il rientro in campo si abbatte una tegola sulle Fiamme, con Fabio Cocivera che va a sedersi per dieci minuti sulla panca dei cattivi. Sono dieci minuti particolarmente intensi, ma senza subire alcun punto in inferiorità numerica, anzi al 54’ Maicol Azzolini dalla piazzola segna il nuovo vantaggio cremisi: 21-19, con il Petrarca in 14 per il giallo a Flammini. Dieci minuti dopo è ancora Nikora a segnare il nuovo vantaggio per gli ospiti, con lo score che recita 21-22. Le Fiamme tentano la reazione, soprattutto con la maul, ma il Petrarca non cede, anzi al 72’ arriva la meta ospite: calcio in box sull’angolo destro e Menniti Ippolito che schiaccia. Nikora trasforma e fa 21 a 29, punteggio con il quale si chiude il match.

Il tabellino
Roma, Caserma “Stefano Gelsomini” – domenica 19 marzo 2017

Eccellenza, XIV giornata

Fiamme Oro Rugby v Petrarca Rugby 21-29 (15-19)

Marcatori: p.t. 5’ cp Nikora (0-3), 9’ m. Moriconi tr Azzolini (7-3), 12’ cp Nikora (7-6), 20’ cp Nikora (7-9), 23’ cp Azzolini (10-9), 28’ m. Su’a tr Nikora (10-16), 37’ cp Nikora (10-19), 40’ m. De Gaspari (15-19) ; s.t. 50’ cp Azzolini (18-19), 54’ cp Azzolini (21-19), 66’ cp Nikora (21-22), 72’ m. Menniti-Ippolito tr Nikora(21-29)

Fiamme Oro Rugby: Wilbore; De Gaspari, Sapuppo (62’ Di Massimo), Massaro, Bacchetti; Azzolini, Marinaro; Amenta, Cristiano (cap), Bergamin (50’ Cornelli); Caffini, Duca (41’ Fragnito); Di Stefano (41’ Tenga), Moriconi (69’ Vicerè), Cocivera (54’ Iovenitti).
All. Casellato

Petrarca Padova: Menniti-Ippolito; Fadalti, Favaro (49’ Ragusi), Bacchin, Rossi; Nikora, Su’a; Afualo (48’ Saccardo), Nostran, Conforti (cap.); Flammini, Salvetti (48’ Targa); Rossetto (66’ Vannozzi), Ferraro (48’ Zago), Acosta.
All. Cavinato

Arb. Blessano (Treviso)

AA1 Angelucci (Roma), AA2 Belvedere (Roma)

Quarto Uomo Romani (Roma)

Cartellini: 44’ giallo Cocivera (Fiamme Oro), 53’ giallo Flammini (Petrarca)

Calciatori: Nikora (Petrarca) 7/8, Azzolini (Fiamme Oro) 4/6

Note: Giornata nuvolosa e ventilata. Spettatori presenti: 500

Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 0; Petrarca Rugby 4

Man of the match: Nikora (Petrarca)

La classifica
Patarò Calvisano 63; Petrarca 53; FemiCz Rovigo 46; Lafert San Donà 34, Viadana 30; Mogliano 30; Fiamme Oro 27; Conad Reggio 23; Lazio 21; Sitav Lyons Piacenza 16.

Domenica 19 marzo
Lafert San Donà – Conad Reggio 20-15
Fiamme Oro – Petrarca 21-29
Viadana – Patarò Calvisano 18-26
Sitav Lyons Piacenza – Mogliano 16-19

Prossimo turno Sabato 25 marzo
Lyons Piacenza – FemiCz Rovigo

Petrarca Padova - Conad Reggio
Cavisano - San Donà
Lazio - Fiamme Oro
Mogliano - Viadana 
  

19 marzo 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • Pronti alla battaglia del San Michele

    RUGBY ECCELLENZA Presentazione ufficiale a Milano della finale scudetto tra Calvisano e Rovigo. La FemiCz ha ottenuto al momento 2.000 biglietti, ma altri potrebbero essere messi a disposizione se si renderà necessario

  • Caccia aperta al biglietto da martedì pomeriggio

    RUGBY ECCELLENZA Saranno giorni di passione per i tifosi della FemiCz Rovigo. Febbre da finale già alle stelle, diversi pullman in partenza dal Battaglini e con gli Amici di Boara in fermento. Tutti con meta Calvisano

  • La classe non ha età

    RUGBY ECCELLENZA Il derby di Stefan Basson che ha preso a calci il Petrarca Padova, la FemiCz Rovigo a Calvisano potrà contare sulla forma dell’asso sudafricano

  • Un campo dai brutti ricordi

    RUGBY ECCELLENZA Ai tifosi della FemiCz Rovigo c’è solo una cosa che fa veramente paura: lo stadio Calvisano. Ancora scolpita nella memoria la finale del 2014, ma arrivati a questo punto i campioni d’Italia non hanno nulla da perdere

  • Il capitano del Petrarca MVP della stagione

    RUGBY ECCELLENZA Edoardo Lubian della FemiCz Rovigo si è classificato quarto, il titolo di miglior giocatore del campionato è andato a Federico Conforti che proprio domenica 21 maggio è uscito dai playoff perdendo con i Bersaglieri 

  • I Bersaglieri distruggono i tuttineri anche al Plebiscito 

    RUGBY ECCELLENZA La FemiCz Rovigo vince anche gara 2 di semifinale battendo il Petrarca Padova 28-12. La squadra di Joe McDonnell e Jason Wright affronterà in finale il Calvisano sabato 27 maggio al San Michele

  • Come nelle favole più belle, il presidente blinda il coach

    RUGBY ECCELLENZA Il derby è rossoblu, la finale è alle porte, l’avversario è sempre lo stesso. I commenti del post Petrarca Padova - FemiCz Rovigo del patron Zembelli che di fatto conferma la guida tecnica

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017