CARABINIERI ROVIGO Convalidato l'arresto operato dai carabinieri nel profondo della notte tra domenica 19 marzo e lunedì 20 marzo. Il 55enne per ora resta in cella

Le martellate in testa alla donna valgono il carcere

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

Il giudice del Tribunale di Rovigo ha convalidato l'arresto operato verso l'una della notte tra domenica 19 marzo e lunedì 20 marzo a Rovigo, disponendo anche che il 55enne attenda agli sviluppi del procedimento penale in carcere



Rovigo - Sono stati i carabinieri a impedire che la situazione degenerasse, con l'intervento fatto scattare verso l'una della notte scorsa (LEGGI ARTICOLO) a Rovigo nella zona di via Munerati. Qui, secondo le contestazioni in base alle quali era poi stato tratto in arresto, un 55enne avrebbe cominciato a colpire alla testa con una mazzetta da muratore la donna di 43 anni che lo ospitava, nel corso di una lite.

Colpi che nonostante il peso dell'attrezzo, immediatamente posto sotto sequestro dai carabinieri, non hanno fortunatamente prodotto lesioni gravi. Le ipotesi di reato al momento elevate a carico del 55enne, che avrebbe agito al termine di una lite, parlano di lesioni personali e minacce. Quest'ultimo reato viene contestato dal momento che si sarebbero altri casi di vessazioni ai danni della 43enne.

Dopo l'arresto in flagranza di reato, l'uomo è poi comparso di fronte al giudice del Tribunale di Rovigo per la convalida, prontamente disposta, assieme alla misura cautelare della custodia in carcere.

20 marzo 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe