AMBIENTE VILLADOSE (ROVIGO) Scattano gli accertamenti della polizia locale, con le due agenti Maila e Tania. Trovati elementi utili per individuare i responsabili dell'abbandono

Adigetto inquinato con decine di sacchi di rifiuti: indagine e rabbia

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

In un primo momento, si era temuto si fosse di fronte a un allarme ambientale di proporzioni gravissime, dal momento che le decine di sacchi trovati nell'Adigetto, a Villadose, erano quelli usati per lo smaltimento di rifiuti ospedalieri e la stampigliatura al loro esterno parlava proprio di questo


Villadose (Ro) - Tanti sacchetti usati per lo smaltimento dei rifiuti ospedalieri lanciati nell'Adigetto a Villadose, provocando un allarme ambientale di vasta portata. Una vicenda accaduta nei giorni scorsi ma che emerge ora, con la polizia locale che sta indagando a pieno regime per capire chi possa essere il responsabile di un gesto tanto barbaro e stupido.

Per fortuna, una volta recuperati e aperti i sacchetti, è emerso che non si trattava di rifiuti speciali, o pericolosi, ma di "normale" immondizia, della quale qualcuno aveva evidentemente deciso di sbarazzarsi lanciandola nel canale. Al recupero hanno preso parte la polizia locale e l'assessore all'Ambiente e alla Sicurezza Vittorio Novo.

A quel punto, sono scattati gli accertamenti per venire a capo del responsabile di quello smaltimento vergognoso. Accertamenti che potrebbero essere a buon punto, dal momento che pare proprio che in quella montagna di immondizia siano stati trovati indizi importanti.

"Dobbiamo ringraziare - spiega l'assessore Novo - la caparbietà e la perspicacia delle agenti di polizia municipale Maila e Tania, che con certosina pazienza nel setacciare i rifiuti sono riuscite a trovare qualche indizio sull'identità dell'autore di questo scempio ambientale".

 

 

6 aprile 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90