ROVIGO Venerdì 21 aprile alla sala della Gran Guardia si terrà l’incontro pubblico ideato e promosso da alcune associazioni ambientaliste e gruppi consiliari centrato sulla proposta di regolamento comunale del verde pubblico e privato

Piano del verde, le dritte per tenere alberi e piante 

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Un confronto pubblico incentrato sul verde urbano e privato, sull’importanza delle piante per la sopravvivenza ma soprattutto come sia utile che il verde venga regolamentato al fine di essere tutelato: questo succederà venerdì 21 aprile alle ore 21 presso la sala della Gran Guardia dove si parlerà appunto della proposta di regolamento comunale che già è stato predisposto, ha sputo alcune modifiche ed ora deve essere approvato in giunta e consiglio 



Rovigo - Il verde urbano è un bene di tutti e proprio per questo serve un regolamento comunale che identifichi come promuovere eventuali azioni di tutela e gestione di esso.

Nella serata di venerdì 21 aprile alle ore 21 si terrà una assemblea pubblica relativa alla proposta di regolamento comunale del verde pubblico e privato promosso dai gruppi consiliari La Sinistra per l'altra Rovigo, Coscienza Comune,Movimento Cinque Stelle e dalle associazioni Wwf provinciale, Diritto alla città, Slow Food Rovigo, Orto delle farfalle Parco Langer, Legambiente Rovigo, comitato Commenda Est e medici per l'ambiente con lo scopo di confrontarsi sul tema.

Come ha spiegato Livio Ferrari nel comune di Rovigo, un regolamento è già stato predisposto ed è stato anche discusso in commissione consiliare dove sono state poste alcune osservazioni da parte dei consiglieri che ora attendono le modifiche da parte degli uffici predisposti per poi ridiscuterne, passarlo in giunta e successivamente in consiglio comunale. 

Oltre a quello, aggiunge Diego Foresti tra gli altri promotori dell’iniziativa, il Wff di Rovigo rappresentato a livello provinciale da Eddi Boschetti ha ricordato i principi cardine su cui si debba ispirare questo documento: dalla partecipazione dei cittadini e delle associazioni nella tutela e gestione del verde pubblico, al trattamento paritario di verde pubblico e privato, il censimento del verde pubblico e privato e delle formazioni arboreo-arbustive di rilievo sia in ambito urbano che agricolo da effettuarsi entro un anno dall’approvazione, l’individuazione di criteri di classificazione e di tutela delle alberature in funzione delle dimensioni, dell’età e della specie, classificando queste ultime in merito anche alle dimensioni raggiunte a pieno sviluppo, oltre che l’introduzione di regole più stringenti nella potatura e nei criteri che giustificano la rimozione di alberi,l’individuazione di strumenti urbanistici e regole che consentono di creare nuove aree verdi e dei periodi idonei di intervento sul verde nel rispetto del periodo riproduttivo ed infine una attenta attività di vigilanza che veda  oltre la Polizia Urbana, tutte le forze dell’ordine  e volontarie afferenti ad associazione di protezione ambientale riconosciute convenzionate con l’amministrazione comunale. 

“Il verde è importante per la salute e la qualità dell’aria e della vita della gente che vi abita ed è proprio con un regolamento preciso che si fa educazione al bene. - conclude Paolo Pieracci appartenente a Medici per l’ambiente - Le piante non hanno solo un valore di tipo commerciale, loro ci offrono l’ossigeno, importante per la nostra vita se consideriamo che ne abbiamo bisogno di 300 litri al giorni, ossia 10 piante. Con questa assemblea quindi vogliamo far capire quanto siano per noi importanti le piante”.  

18 aprile 2017




Correlati:

Rosolina Mare - Notte di fuoco