TEATRO SOCIALE (ROVIGO) Una compagnia di Padova avrebbe commissionato la realizzazione di una scenografia, che attenderebbe il pagamento da 7 anni. Ora si va in tribunale

Scenografia mai pagata al laboratorio, il Comune fa la voce grossa

Rosolina Mare - Notte di fuoco

Il Comune di Rovigo dà mandato al suo avvocato, Ferruccio Lembo, di provvedere per vie legali al recupero di un credito che il teatro Sociale di Rovigo vanterebbe nei confronti di una compagnia teatrale di Padova per la realizzazione di una scenografia mai pagata, scenografia realizzata ben 7 anni fa. Nonostante i solleciti degli uffici, la compagnia padovana non avrebbe ancora pagato quasi 9mila euro di fattura al teatro Sociale, che ora li porta di fronte al giudice



Rovigo – Era ancora aprile del 2010, esattamente 7 anni fa, quando il teatro Sociale di Rovigo, o meglio il suo laboratorio di scenografia, riceveva l’incarico di realizzare una scenografia per una compagnia teatrale di Padova. Ma dopo aver pagato un primo stralcio da 2mila euro, la compagnia non avrebbe più saldato il conto. Avrebbe, secondo il Comune di Rovigo, dovuto pagare altri 8mila e 920 euro. Ma, nonostante i solleciti, sono passati 7 anni e i soldi non sarebbero mai arrivati.

Insomma, dopo l’anticipo, nessuna risposta ed attualmente un lavoro del valore di oltre 10mila euro del laboratorio di scenografia rodigino sarebbe stato pagato solo un quinto del suo costo. Per questo il Comune di Rovigo, che gestisce le attività teatrali, ha deciso di ricorrere alle vie legali. Ha dato mandato al suo avvocato, Ferruccio Lembo, di recuperare il credito della compagnia teatrale di Padova nei confronti del teatro Sociale. Ora, dopo vari solleciti “amichevoli” degli uffici comunali, probabilmente la compagnia di Padova potrebbe incorrere in una ingiunzione di pagamento, firmata questa volta da un giudice.

18 aprile 2017




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017