CALCIO SERIE D ADRIA (ROVIGO) Il giovane talento, Davide Marcandella, si è reso protagonista nel match contro l'Imolese firmando la rete del vantaggio granata. Arrivata all’Adriese a gennaio, ha fatto vedere ottime cose 

L’arma in più in questo finale di stagione 

Davide Marcandella (Adriese)
Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

L'attaccante dell'Adriese ha segnato il gol d'apertura contro i romagnoli di mister Francesco Baldini: "Sono entrato in area e ho calciato la palla sul secondo palo dove il portiere non è riuscito ad arrivare."

leggi l'articolo sull'ultimo colpaccio dell'Adriese 


Adria (Ro) - Il giovane talento, Davide Marcandella, nato a Padova il 21 marzo 1997, è approdato nella finestra del Calciomercato invernale tra le fila del club del presidente Luciano Scantamburlo. Attaccante con ottime qualità offensiva e dotato di notevole tecnica, nell'Adriese sta dimostrando la sua crescita calcistica a livello professionale, e la sua esperienza con la maglia granata, lo sta formando notevolmente: "Sono arrivato a gennaio - commenta l'attaccante degli "etruschi" - e fino ad adesso non ho trovato nessun problema con i ragazzi di questo gruppo e con lo staff dirigenziale: mi trovo molto bene e nei miei confronti hanno tutti un ottimo trattamento." 

Nella sua breve carriera, ha già collezionato 50 presenze, e realizzato 14 marcature, cinque firmate con il team allenato da Gianluca Mattiazzi, ma la più decisiva é stata l'ultima nel match contro l'Imolese, rendendosi protagonista contro i rossoblù: "Il gol più bello da quando sono arrivato è sicuramente quello di giovedì scorso - prosegue - ed é stato molto significativo perché abbiamo vinto una partita fondamentale per il nostro percorso in campionato: sono entrato in area e ho calciato la palla sul secondo palo dove il portiere non è riuscito ad arrivare." 

Prima di arrivare tra i bassopolesani, apparteneva al Padova Calcio, dove é cresciuto nel settore giovanile e dove ha disputato alcune gare con i biancorossi anche in Lega Pro: "Il Padova ha un ottimo settore giovanile: sono partito dagli esordienti, passando per i giovanissimi, gli allievi nazionali ed infine sono stato in prima squadra. Mi sono trovato benissimo, ed era come stare in una famiglia dove ho avuto la possibilità di allenarmi anche con Stephan El Sharaawy e Giacomo Bonaventura, grandi campioni, che si capiva che avrebbero fatto strada." 

Nel prossimo turno affronterà la Colligiana, mentre le restanti rivali in calendario saranno Delta Rovigo e Castelvetro, ma lo scoglio più arduo rimane quello contro i toscani, che sarà uno scontro diretto per evitare gli spareggi: "Domenica contro la Colligiana sarà molto dura e sarà la partita più impegnativa: hanno quaranta punti e se vinciamo avremo più opportunità di salvarci direttamente evitando i playout. Sappiamo che è difficile ma nulla è impossibile e il nostro obiettivo massimo sarebbe ottenere nove punti nelle prossime tre giornate. Le altre rivali sono il Delta e non ho mai giocato il derby, ma è un match molto combattuto e sentita, mentre con il Castelvetro avremo meno pensieri perché sono lontani dalle zone calde della classifica." La competizione è giunta quasi alla termine e tornerà tra i biancoscudati, ma il giovane ragazzo ancora non conosce il suo futuro: "Sono in prestito e andrò a parlare con il Padova, ma adesso penso alle ultime sfide con l'Adriese: non so ancora dove andrò e prenderò una decisione solo alla fine del campionato."  

Andrea Rizzatello 

 

 

19 aprile 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe