IL CASO A ROVIGO Il 10 marzo scorso i vigili del fuoco erano intervenuti allo scolo Ramostorto con le barriere antisversamento. Ma non sta certo a loro rimuoverle e ora bloccano solo la sporcizia

Dopo 40 giorni lo scolo ancora non è stato ripulito

Cooking Chef Academy 730x90

Loro, come al solito, hanno eseguito perfettamente il loro compito, risolvendo nell'immediatezza una situazione non semplice: uno sversamento di idrocarburi nello scolo Ramostorto, vicino al polo natatorio di Rovigo (ovviamente estraneo alla vicenda dello sversamento). Ma probabilmente qualcun altro non è stato altrettanto inappuntabile, visto che le barriere assorbenti sistemate in quella occasione sono ancora lì, pur avendo ormai esaurito il loro compito


Rovigo - I vigili del fuoco le hanno sistemate, nel pieno dell'emergenza, ma non devono essere poi loro a rimuovere le barriere anti inquinamento sistemate nello scolo Ramostorto - o Valdentro - il corso d'acqua che corre per un tratto a fianco del polo natatorio di Rovigo, tra via Vittorio Veneto e viale Porta Po. E così accade che le barriere siano lì ormai da quaranta giorni, visto che vennero sistemate il 10 marzo scorso, per fronteggiare uno sversamento di idrocarburi.

Ora, hanno ormai chiaramente eseguito la loro funzione, ma non sono state rimosse, così che ormai non hanno altro scopo se non quello di accumulare, bloccandoli, i detriti portati dalla corrente. Sarebbe quindi opportuno rimuoverle.

 

 

20 aprile 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe