COMMEMORAZIONE ADRIA (ROVIGO) Le celebrazioni del 25 sono state anticipate a sabato 22 aprile per coinvolgere scuole e cittadini. Massimo Barbujani replica alle accuse di Ibc 

Liberazione, "Non rinuncio alla partecipazione degli studenti"

Cooking Chef Academy 730x90

In città verrà ricordato con tutto il rispetto che merita da parte di tutta la cittadinanza, in primis i giovani ed anche nelle diverse frazioni verrà effettuata la celebrazione del 25 aprile: questa la risposta del primo cittadino di Adria che risponde a Ibc dubbioso per il fatto che la ricorrenza sia stata anticipata 



Adria (Ro) - “Nessuna celebrazione è stata cancellata, anzi avrà la giusta riconoscenza da parte di tutta la cittadinanza”. Sono le parole del sindaco di Adria Massimo Barbujani che smorza la polemica del gruppo di minoranza Impegno per il bene comune circa l’anticipazione della commemorazione del 25 aprile, giorno della liberazione dal nazifascismo. 

Il motivo che tanto porta dei dubbi a Ibc sull’anticipazione della manifestazione è presto risolto: “La data del 22 aprile è stata decisa in quanto è obiettivo rendere partecipe della nostra storia tutta la cittadinanza, in primis i giovani studenti che il 25 aprile con le scuole chiuse non verrebbero alla manifestazione”.

Saranno proprio gli studenti i protagonisti principali della giornata di sabato 22 aprile dopo la deposizione dei mazzi d’alloro ai cippi ed alle lapidi che ricordano i caduti da parte dell’amministrazione: per la prima volta nella città etrusca si terrà un flash mob degli alunni della scuola musicale di Ariano nel Polesine alle ore 10.30 presso piazzetta San Nicola dove suoneranno musiche inerenti alla giornata.

Alle 10.50 non mancherà l’incontro dei cittadini, dei rappresentanti delle istituzioni, associazioni combattentistiche e d’arma in piazza Bocchi e successivamente in piazzetta San Nicola alle ore 11 l’alzabandiera, la resa degli onori alla bandiera, al deposizione della corona d’alloro e gli interventi del sindaco Barbujani e degli studenti della quinta del liceo Bocchi Galilei di Adria di ritorno da una visita ai campi di concentramento polacchi di Auschwitz. Infine alle 11.30 la Santa Messa sempre in piazzetta San Nicola.

“Il 25 aprile non mancherà di essere ricordato anche nella frazioni - assicura Barbujani - dove il 30 aprile avverrà la deposizione della corona di alloro e la celebrazione della Santa Messa a Mazzorno Sinistro e a Cavanella Po dove sarà presente la consigliere Mara Bellettato, Fasana il presidente del consiglio comunale Davide Fusaro, Ca’ Emo l’assessore Patrizia Osti, Valliera il consigliere Marco Santarato, a Baricetta l’assessore Giorgia Furlanetto, a Bellombra l’assessore Giuseppe Marzolla e Bottrighe il vicesindaco Federico Simoni”. 

20 aprile 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90