ALLARME PER LA DISCARICA Il parlamentare Diego Crivellari alla Camera dei deputati lancia l'allarme e parla di campionamenti che già giustificherebbero la preoccupazione

"Rischio inquinamento della falda in Alto Polesine"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
Parla di campionamenti che giustificano la preoccupazione, il deputato polesano Diego Crivellari, facendo riferimento a quelle che a suo avviso potrebbero essere le conseguenze dell'attività della discarica di Torretta

Rovigo - "Gli effetti dell’inquinamento riconducibili all'attività della discarica di Torretta, preoccupano anche i Comuni dell'Alto Polesine". Il problema è stato sollevato dal parlamentare del Partito Democratico Diego Crivellari in Commissioni alla Camera dei Deputati con la presentazione di una interrogazione all'indirizzo del Ministero dell'Ambiente.

"Dati recentemente raccolti - ha continuato Crivellari - evidenziano la presenza di solfati, ferro, manganese, magnesio, calcio e arsenico nelle acque della zona. Dal monitoraggio Arpav 2016 sono emersi valori allarmanti, richiamati pubblicamente e portati all'attenzione delle autorità da parte delle stesse amministrazioni locali: almeno tre parametri, indicatori della presenza di percolato, hanno superato in concentrazione i limiti attualmente sanciti dal Codice dell’ambiente, con effetti potenzialmente pericolosi per i Comuni polesani di Melara, Bergantino e Castelnovo Bariano".

 "I campionamenti eseguiti da Arpav sulle acque superficiali hanno rilevato concentrazioni addirittura triplicate di metalli pesanti come arsenico, manganese, nichel, facendo ipotizzare il rischio concreto di inquinamento delle falde. Non da ultimo, su sollecitazione di comitati locali di cittadini molto preoccupati vi è stato lo scorso 13 aprile un sopralluogo di Arpav e Carabinieri nell'area per raccogliere dati ed informazioni ulteriori".

 "Ai massimi livelli governativi e del Ministero competente ho voluto chiedere appunto - ha concluso Crivellari - se sono a conoscenza della situazione venutasi a creare e quali iniziative intendano mettere in atto per tutelare la salute della popolazione dei comuni coinvolti, con particolare riferimento ai Comuni dell'area alto-polesana".
20 aprile 2017




Correlati:

  • In 20mila si ritrovano senz’acqua

    SERVIZI LENDINARA (ROVIGO) Disagi anche a Lusia, Villanova del Ghebbo, Fratta Polesine, e parte di San Bellino. Nella giornata di domani dovrebbe essere sostituita una parte della condotta

  • Come rispettare “sorella acqua” oggigiorno 

    EVENTI BADIA POLESINE (ROVIGO) Venerdì 1 e sabato 2 dicembre si terrà un doppio incontro sui temi legati all’acqua, elemento fondamentale per la vita, alla causa della cultura e della legalità di Salvaterra 

  • Rientra l’allerta smog, ma si programma il blocco delle auto

    INQUINAMENTO ATMOSFERICO ROVIGO Si riaccende il semaforo verde, basta limitazioni per stufe a biomassa. Nel pomeriggio, in giunta, la scelta delle date per le giornate ecologiche: tre giorni di blocco auto in centro storico

  • Si accende il semaforo arancione: “Spegnete le stufe” 

    INQUINAMENTO ATMOSFERICO ROVIGO Superati i quattro giorni consecutivi di sforamento delle Pm10 nell’aria: ecco le misure che scattano con il livello 1 di allerta 

  • "Nessun reato", non sarà sequestrata la discarica

    AMBIENTE CASTELNOVO BARIANO (ROVIGO) La Procura di Verona non ravvisa elementi di reato e chiede la archiviazione. Ma il sindaco Massimo Biancardi si oppone

  • A Valdentro iniziano i monitoraggi dell’aria

    AMBIENTE LENDINARA (ROVIGO) Giovedì 30 novembre partono i rilievi della centralina temporanea nella frazione per misurare ossidi di azoto, idrocarburi policiclici e polveri sottili. Rimarrà posizionata fino al 31 gennaio 

  • Contro le Pm10 “meglio muoversi”

    AMBIENTE E SALUTE ADRIA (ROVIGO) I consiglieri Omar Barbierato e Roberta Marangoni domandano l'intervento urgente del sindaco Massimo Barbujani per ridurre l’inquinamento da polveri sottili

Bancadria 730x90 esclusiva