CACCIA ALL'UOMO Un marocchino incrocia un uomo per strada, nella "zona rossa" nel Ferrarese, e riconosce dalle foto sui giornali il 41enne ricercato da centinaia di carabinieri

"Igor è ancora lì". Secondo avvistamento, confermato

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Due avvistamenti nel giro di quattro giorni. E adesso negli investigatori è forte che sia ancora nella "zona rossa", Igor Vaclavic, il 41enne da circa 10 anni clandestino in Italia, che si sarebbe reso responsabile di rapine e che si trova indagato in quanto sospettato di due omicidi: quello del tabaccaio Davide Fabbri, 52 anni, di Riccardina di Budrio, ucciso sabato 1° aprile in un tentativo di rapina finito male (LEGGI ARTICOLO), e quello di Valerio Verri, 52 anni, guardia zoofila volontaria di Legambiente, freddato lo scorso sabato 8 aprile, nel Ferrarese (LEGGI ARTICOLO). Verri, secondo una prima ricostruzione dei fatti, con un poliziotto della Provinciale stava componendo una pattuglia antibracconaggio quando, nelle campagne del Mesolano, avrebbe "incocciato" in Vaclavic


 

Rovigo - Secondo avvistamento in pochi giorni, con riconoscimento confermato, dell'uomo al quale stanno dando la caccia centinaia di carabinieri, in una "zona rossa" di una quarantina di chilometri quadrati al confine tra la provincia di Ferrara e quella di Bologna. Dopo l'episodio di 26 aprile, quando un ciclista pakistano era scappato a quello che appare un tentativo di rapine, per impossessarsi del velocipede (LEGGI ARTICOLO), un secondo episodio nella serata di sabato 29 aprile, quando un marocchino si sarebbe trovato davanti il fuggitivo, riconosciuto dalle foto che in questi giorni circolano sui giornali.

L'episodio si colloca tra San Giorgio e Bando, in provincia di Ferrara, in un punto che il 41enne Igor Vaclavic, in fuga dal 1° aprile, sospettato di due omicidi, indagato per un terzo risalente al 2015 a Lido di Savio, nel Ravennate, dovrebbe conoscere bene, dal momento che, sempre secondo le contestazioni, nel passato di avrebbe messo a segno una rapina.

Sempre più forte, quindi, tra gli investigatori, la sensazione che Igor non se ne sia andato da quei 40 chilometri nei quali proseguono ininterrotte le ricerche.

30 aprile 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Sagra della rana 02 - 21agosto - 03 settembre 2017