NUOTO DISABILI Fine settimana di grande sport con gli "Special Olympics Italia – Giochi regionali 2017 di Nuoto" che si terranno il 6 e 7 maggio a Rovigo

Quando lo sport supera ogni confine 

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Definito il programma della giornata di sabato 6 maggio. Alle 9.30, la torcia olimpica partirà dalla nuova sede della Questura, in viale Tre Martiri e percorrerà le vie del centro della città con arrivo previsto, intorno alle 10.45, al Palazzetto dello Sport.  Si terrà quindi la cerimonia olimpica con l'accensione del tripode e il giuramento dell'atleta. Seguirà lo spettacolo di danza di Academy Dance.  Alle 12.30 è previsto il pranzo alla tensostruttura di Lendinara. Dalle 14 inizieranno delle gare al Polo Natatorio di Rovigo, mentre domenica, le attività sportive proseguiranno dalle 8 alle 19.30. 


Rovigo - Il Polesine, la città di Rovigo e il polo natatorio si apprestano ad ospitare la fase regionale degli Special Olympics, organizzati dalla Tenda onlus e dalla Uguali..Diversamente. La manifestazione si volgerà il 6 e il 7 maggio presso le piscine del polo natatorio di Rovigo. Presentazione ufficiale a Palazzo Nodari martedì 2 maggio,   "L'amministrazione c'è e e'è sempre stata  - ha commentato Massimo Bergamin, sindaco di Rovigo - per fare le cose insieme. Chi non ha obiettivi comuni, mi dispiace, ma non potrà fare cose belle come queste. Il Comune di Rovigo, in una occasione così speciale, non poteva far mancare il suo contributo e il suo sostegno".

Special Olympics è patrocinato dal Presidente della Repubblica, Regione Veneto, Provincia di Rovigo, dai Comuni di Rovigo, Lendinara, Ficarolo, Adria, Canaro, Comitato Italiano Paralimpico - Veneto, Coni – Regione Veneto, La Tenda Onlus, Uguali Diversamente. Gruppo Terraglio, Team Veneto Special Olympics, Panathlon Rovigo, Vivi Rovigo, Rete Solidale Culturale, Academy Dance.

"Special Olympics è un programma internazionale di allenamento sportivo - ha spiegato Elisabetta Pusiol, direttore generale regionale di Special Olympics Italia - e competizioni atletiche per le persone con disabilità intellettiva. Nel mondo, sono oltre 170 i paesi che adottano il programma Special Olympics, nato negli anni '70 grazie alla famiglia Kennedy. Ogni anno, i nostri atleti partecipano ai Giochi mondiali invernali, estivi ed europei. Lo sport è uno strumento di crescita,inclusione, partecipazione e autonomia".

"Il cammino della fiaccola - ha commentato Monica Crivellaro, direttore provinciale Special Olympic -  annuncia l'arrivo dei Giochi. Tutto è organizzato come quando, alla tv, vediamo le cerimonie olimpiche, con un preciso e severo protocollo. Lo scopo è quello di favorire la massima inclusione delle persone diversamente abili, sensibilizzando le persone al tema della disabilità. La fiaccola, emblema di solidarietà, fratellanza e accoglienza, verrà portata dai volontari della Polizia di Stato, da sempre vicini al nostro progetto". 

"Vogliamo che i ragazzi facciano da soli  - ha spiegato Nicoletta Carnevale, membro del direttivo Uguali Diversamente - e che le loro famiglie vengano coinvolte più possibile nel processo di crescita in autonomia. Questi ragazzi sono risorse preziose. Ringrazio il Comune di Rovigo che si è da subito attivato per sostenere il progetto, oltre ad esserci vicino già, come realtà che si occupa di sport con ragazzi disabili. Quello che ha deciso la Giunta Comunale - condendoci tutti gli spazi gratuiti -  e Rhodigium Nuoto - gestore del Polo Natatorio che ha sospeso tutti i corsi nel week end - è davvero qualcosa di eccezionale".

"Il Comune è sempre dalla parte di chi fa sport - ha sottolineato l’assessore Luigi Paulon - ma, in questo caso si fa anche integrazione con una sinergia tra politiche sociali e sportive. Rovigo si sta elevando, testimonianza ne sono i vari patrocini ricevuti da questo progetto, in primis quello della Presidenza della Repubblica. Abbiamo deciso che la torcia passerà per il centro, perchè tutti vedano e tutti sappiano che cosa si sta facendo: un evento bello e di grande senso sociale". 

Melchiorre Pagliarello, Associazione Vivi Rovigo: "Abbiamo dato una mano all'organizzazione. Dagli alberghi, alle opportunità per conoscere la città, all'organizzazione dello spettacolo con Academy Dance. A breve, con la Rete Solidale avremo uno spazio tutto nostro che diventerà un punto di riferimento per la disabilità"..

Don Wanni Manzin, La Tenda Onlus: "La nostra associazione è aperta da sempre a varie tematiche e non poteva che non riconoscere la bontà di questo evento, mettendosi in prima linea nell'organizzazione dei diversi aspetti. Sottolineo che quello che viene proposto non è solo un progetto sportivo, ma soprattutto culturale e di civiltà".

2 maggio 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018