MUSICA ROVIGO Venerdì 12 maggio l’ensemble d’archi del conservatorio rodigino e della Marche proporranno alle ore 19 presso la chiesa di San Domenico uno speciale appuntamento in occasione della rassegna Musica e/è gioco

La gioia virtuosa dei giovani archi in concerto

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Dopo una lunga preparazione i ragazzi dell’ensemble d’archi del conservatorio di Rovigo e delle Marche con le docenti Claudia Lapolla e Lucia Mezzanotte, e già alle spalle due esibizioni nel marchigiano, propongono il concerto "Estro e gioia in musica" a Rovigo venerdì 12 maggio alle ore 19 presso la chiesa di San Domenico con brani di Antonio Vivaldi e Johann Sebastian Bach. Il concerto è promosso dall’associazione Venezze in collaborazione con il Conservatorio, l’Accademia Venezze Rovigo, la scuola di musica Don Bosco di Macerata e l’accademia Feronia di San Severino Marche



Rovigo - Due realtà musicali accomunate dal desiderio di poter “giocare” attraverso le note. E’ quello che faranno i ragazzi dell’ensemble d’archi dei conservatori di Rovigo e delle Marche che si esibiranno venerdì 12 maggio alle ore 19 presso la chiesa di San Domenico il concerto Estro e gioia in musica in occasione della rassegna Musica e/è gioco (LEGGI ARTICOLO). 

Questo progetto nasce da un’idea di Claudia Lapolla e di Lucia Mezzanotte, rispettivamente docenti a Rovigo e Macerata amiche dal 1995, diplomatesi insieme al conservatorio di Matera. Ora si incontrano nuovamente, a distanza di 20 anni, trovandosi dall'altra parte: dalla parte degli insegnanti.

Le due compagini, formate da ragazzi giovanissimi di seconda, terza media e prima superiore, per preparare questo concerto si sono incontrate a metà strada (esattamente a Pianella di Cervia). “Nulla ha fermato i ragazzi, - racconta Lapolla - né la febbre, né la varicella, né le macchine in panne hanno arrestato il loro desiderio di poter provare e di portare avanti l'impegno preso”.

Il concerto di Rovigo è l'ultimo appuntamento dei tre: l'ensemble d'archi ha suonato già nel teatro Feronia di Sanseverino Marche il 29 aprile e presso la chiesa del Sacro Cuore di Macerata domenica 30 aprile. 

I ragazzi si cimenteranno nelle musiche di Antonio Vivaldi e Johann Sebastian Bach. Ai violini ci saranno Lucia Mezzanotte, Claudia Lapolla, Margherita Bolzonetti, Carlotta Brizi, Lavinia Cingolani, Kevin Giannini, Sofia Giannini, Sabrina Gasparetto, Iris Hysa, Alessandro Monachesi, Benedetta Nasini, Gioconda Rea, Francesco Sassaroli, alle viole Paola Del Bianco, Francesca Milani, Alessandra Nardi, ai violoncelli Filippo Boldrini, Alessia Bruno, Edoardo Francescon, al contrabbasso Ludovico Rapaccioni e clavicembalo Cesare Baldo. 

La scelta del programma è stata dettata dalla volontà di cercare la gioia nella musica ma nello stesso tempo anche l’impegno e l’esperienza formativa. Antonio Vivaldi e Johann Sebastian Bach, sebbene vissuti a grande distanza geografica tra di loro e mai entrati personalmente in contatto, sono stati punti di riferimento per la loro epoca.

Vivaldi fu un acclamato e brillante violinista veneziano, i cui concerti presentati sono tratti da L’Estro Armonico. Solo il titolo della raccolta sintetizza l’estetica vivaldiana: la ricerca del perfetto punto di equilibrio fra due esigenze opposte: da un lato l’estro, cioè la pura fantasia che si scatena in totale libertà, e dall’altro gli stretti vincoli matematici dettati dalle regole dell’armonia. 

Bach, organista e clavicembalista, operò una sintesi mirabile tra lo stile tedesco e le opere dei compositori italiani, diventando il compendio della musica contrappuntistica del periodo barocco. Il concerto per 2 violini in re minore è una delle composizioni più famose di Bach ed è considerato uno dei migliori lavori del tardo barocco. Il concerto è caratterizzato dal sottile ma espressivo dialogo tra i due violini lungo tutta la durata del pezzo.

9 maggio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017