SHOCK A ROVIGO Dopo le segnalazione delle studentesse controllati in tre, alla luce anche di un tentativo di fuga. Impossibile contestare il coinvolgimento in quei fatti, ma arriva la denuncia

Maniaci marocchini molestano le ragazze al Cur

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Era da tempo che le ragazze del Cur, studentesse universitarie, lamentavano atti osceni nei loro confronti. Alla luce della segnalazione di questo fenomeno, sono stati messi in calendario servizi dedicati della polizia locale, guidata dal comandante Giovanni Tesoro, assieme alla Volante della questura


Rovigo - Uomini, stranieri ma anche italiani, che esibivano le proprie parti intime all'uscita del Cur, all'indirizzo delle ragazze. Sarebbe successo più volte. Queste le lamentele di numerose studentesse, alle forze dell'ordine. Immediati i provvedimenti di queste ultime, con vari servizi dedicati, anche da parte della polizia locale, guidata dal comandante Giovanni Tesoro.

Nella serata di giovedì 11 maggio, lo sviluppo. Una pattuglia dei vigili urbani ha notato qualcosa di strano. Tre persone che uscivano dall'Università e non parevano per nulla frequentanti dell'ateneo rodigino. Immediato il controllo. Due si sono fermate, una è scappata. A quel punto la vicenda ha preso altre connotazioni, con due pattuglie della polizia locale accorse in supporto e anche una della questura. Poco dopo, il fuggitivo è stato fermato.

Si trattava, secondo questa ricostruzione, di una donna sui 35 anni, polesana, sposata con un marocchino più giovane, risultato scarcerato piuttosto di recente. Trovato anche un altro marocchino, anche lui piuttosto giovane.

Si tratta in tutti i casi di soggetti già noti alle forze dell'ordine, col più giovane dei due marocchini in precedenza fatto oggetto di un avviso orale da parte del questore. Non è possibile contestare ai tre di essere in qualche modo coinvolto nelle molestie denunciate vare volte dalle studentesse, per quanto qualche sospetto possa esserci, alla luce anche del tentativo di fuga.

Il fuggitivo è stato comunque denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità, rifiuto di dare le proprie generalità, ubriachezza molesta. In ogni caso, una conferma della problematicità dell'area, dove da tempo viene segnalata ubriachezza molesta, prostituzione, anche maschile e un grande degrado.

11 maggio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017