PALAZZO ANGELI ROVIGO La consigliera del Pd, Giorgia Businaro, chiede alla giunta delucidazioni sulla fine del cantiere. Donzelli: “Aspettiamo la Fondazione, serve un altro milione di euro”

Più il palazzo rimane chiuso più salgono i costi per aprirlo

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Una situazione di stallo creata del trascorrere del tempo e dal conseguente lievitare dei costi di completamento dell’opera: Palazzo Angeli attende gli ultimi lavori ma, da 800mila euro che sarebbero serviti per concludere il restauro, ora ne servono 1 milione e 100mila. E la Fondazione Cariparo, che ne aveva già spesi oltre 3 milioni, si prende il suo tempo per decidere se e quando versare così tanti soldi, aumentati soprattutto a causa del ritardo. Ma l’assessore Andrea Donzelli è ottimista: “La Fondazione doveva rinnovare il cda e approvare il bilancio, sono sicuro che a breve ci darà una risposta. Sono sempre stati disponibili”



Rovigo - Avevano già speso oltre 3 milioni di euro ed ora, dopo anni di stop, lievitano i costi degli ultimi lavori che servirebbero a rendere finalmente utilizzabile Palazzo Angeli, indicato dall’amministrazione come la possibile sede dell’università in centro. Parliamo della Fondazione Cariparo che ora, secondo i conti fatti dal Comune, dovrebbe aggiungere un altro milione e 100mila euro per completare la sistemazione del palazzo storico. Sebbene l’ultima cifra indicata dall’amministrazione per il completamento dei lavori girasse intorno agli 800mila euro (LEGGI ARTICOLO), in pochi mesi i costi sono lievitati. 

“Abbiamo dovuto aggiornare l’elenco dei lavori rimasti da completare con il listino prezzi di oggi e i costi sono superiori al previsto – spiega l’assessore Andrea Donzelli, che risponde in aula alla consigliera comunale del Pd, Giorgia Businaro che chiedeva delucidazioni sui lavori a Palazzo Angeli, fermi da troppo tempo – Questa operazione l’abbiamo fatta ad ottobre ed abbiamo consegnato tutta la documentazione alla Fondazione. Immagino che vista la cifra presentata dal Comune, ovvero un milione e 100mila euro, la Fondazione si stia prendendo i suoi tempi per rispondere e soprattutto ha chiesto di poter fare una propria valutazione con un proprio consulente, visto l’aumento della cifra in ballo”.

Insomma, il tempo passa, il palazzo è stato sistemato ma solo fino ad un certo punto e rimane da troppo tempo sottoposto a deterioramento dovuto al trascorrere del tempo, il mercato cambia, i prezzi aumentano e la Fondazione sta meditando se spendere ancora tutti questi soldi su un Palazzo che già avevano pagato. E se all’inizio del 2016 si pensava addirittura a trasferire gli studenti per l’anno scolastico 2016-’17 in centro storico, ora l’ipotesi si è decisamente allontanata dalla realtà

La consigliera comunale del Pd, Giorgia Businaro, chiede alla giunta anche lo stato dell’arte sul bilancio del Cur, ritenendo i due temi strettamente collegati e chiedendo come procede l’ipotesi di far entrare dei privati in un ente attualmente gestito solo dal pubblico. “Il cda del Cur sta procedendo con la modifica dello statuto per permettere ad altri soggetti di entrare nella gestione – risponde Donzelli – ma stiamo puntando più che altro ad altri soggetti pubblici visto che fino a questo momento a dimostrare interesse per l’università sono stati solo altri comuni, anche fuori provincia. L’ipotesi privati è più distante. La questione del trasferimento degli studenti in centro e la modifica dello statuto del Cur sono due treni che corrono su binari paralleli. Ora attendiamo la risposta della Fondazione per Palazzo Angeli, visto che negli ultimi mesi ha dovuto approvare il bilancio e rinnovare il cda. E diamo tempo al cda del Cur di realizzare il proprio compito”.

14 maggio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni