VIOLENZA SESSUALE ADRIA (ROVIGO) La bambina venne violentata, secondo l'accusa, nella notte di Capodanno da un conoscente della famiglia. "Può deporre in un procedimento"

Stuprata a 12 anni sul divano dall'amico: può testimoniare

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Nuovo capitolo della vicenda processuale incentrata sulla tremenda violenza sessuale che avrebbe subito, nella notte di Capodanno, una 12enne, che sarebbe stata stuprata, da un amico di famiglia di 24 anni, arrestato dai carabinieri(LEGGI ARTICOLO). Il giovane avrebbe poi cercato di scusarsi con i genitori della piccola (LEGGI ARTICOLO). Ora l'esperto incaricato di valutare se la minore possa partecipare a un procedimento penale ha terminato il lavoro



Adria (Ro) - Può deporre, nell'ambito di un procedimento penale, la 12enne che, secondo l'attuale ricostruzione, sarebbe stata stuprata la notte di Capodanno, da un amico di famiglia di 24 anni. Costretta a subire atti sessuali sul divano di casa. Una vicenda che aveva scosso tutto il Polesine e che, nella mattinata di martedì 16 gennaio, ha conosciuto uno snodo importante di fronte al giudice per le indagini preliminari Pietro Mondaini. Si è infatti chiuso l'incidente probatorio, ossia il lavoro del perito incaricato dal giudice di valutare se la bambina, alla luce della giovane età, sia o meno in grado di prendere parte a un procedimento penale. Procedimento penale che, per forza di cose, sarà incentrato per buona parte sulla sua deposizione.

Il responso è stato positivo. La minore può prendere parte a un procedimento penale e deporre. Una volta depositata la relazione del consulente, è stato il momento di fissare l'udienza, quella di martedì 16 maggio, appunto, nel corso della quale il consulente è stato ascoltato e sottoposto alle domande delle parti: la difesa dell'imputato, affidata all'avvocato Lorenzo Maltarello, e l'avvocato Roberto Paesante che segue i familiari della ragazzina, e i rispettivi consulenti.

16 maggio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

  • Dopo le minacce, indagini e solidarietà

    IL CASO (ROVIGO) Arriva anche Natalino Balasso a sostenere Cristina Caniato e Vanni Destro, destinatari di due lettere anonime. Dopo la presentazione ufficiale della denuncia, del caso si occuperà la polizia di Rovigo

  • Anche in città arrivano gli addobbi

    NATALE ADRIA (ROVIGO) Affidato l’incarico di sistemare gli addobbi luminosi in città, per una spesa complessiva di 15mila euro. Se ne occuperà la ditta Elettrocostruzioni Rovigo

  • Un quintale di droga nascosto in campagna

    CLAMOROSO A BADIA POLESINE (ROVIGO) I carabinieri di Padova arrivano in Polesine per assestare un colpo importante al sottobosco dello stupefacente, un 46enne in manette

  • Ultimi ritocchi, poi i due velox

    STRADE ADRIA (ROVIGO) Il Comune impegna la somma necessaria a installare l’apparecchio fisso sulla Piovese. Prevista anche la sistemazione di un velobox

  • Nuovo allarme per "finti dipendenti delle Poste"

    IL CASO (ROVIGO) In città ci sono state due truffe e anche Poste Italiane ha lanciato un appello, ora vengono segnalati movimenti sospetti a Fiesso

  • Sequestrate nove tonnellate di pesce non tracciabile

    GUARDIA COSTIERA E CARABINIERI (ROVIGO) E' accaduto nella zona di Porto Viro, in un capannone. Contestata la mancanza di etichette identificative di salmone e gamberi

  • Un altro palpeggiamento sulla ciclabile

    IL CASO A ROVIGO Sarebbe avvenuto nella serata di martedì 22 novembre, ai danni di una ragazza affiancata da uno sconosciuto

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe