ATLETICA ROVIGO Dai campionati provinciali del 14 maggio disputati al campo Tullio Biscuola spicca la prestazione di Taré Bergamo, tredicenne della “Discobolo” 

La migliore prestazione dell’anno è di Tarè Bergamo 

Tarè Bergamo
Tarè Bergamo
Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Sono state due belle mezze giornate di atletica con numeroso pubblico, soprattutto il sabato pomeriggio (LEGGI ARTICOLO). Nonostante la folta partecipazione di atleti tutto è filato liscio grazie alla disciplina di questi giovani e alla organizzazione in sinergia dei Comitati Provinciali Fidal di Padova e Rovigo che si sono avvalsi anche dell’assistenza di giovani studenti di scuola media superiore di Rovigo. Migliore prestazione nazionale di Taré Bergamo (Discobolo) nel lancio del peso. La prossima gara in programma è a Monselice sabato 20 prossimo.


Rovigo - Con m.13,69 raggiunti nel getto del peso domenica 14 maggio, Taré Bergamo, tredicenne della “Discobolo” atletica Rovigo, in questo scorcio del 2017, si installa al primo posto in Italia nella specialità.

Per le categorie giovanili non esistono i primati nazionali ma solo migliori prestazioni e Tarè l’ha raggiunta con facilità, confortata anche da un 13,64. Per i tecnici che la seguono il potenziale di questa ragazza è notevole ma la proiezione definitiva avverrà il prossimo anno quando, transitata nella categoria “cadette”, si confronterà direttamente con il resto d’Italia. Per ora la società e i suoi affezionati: amici, allenatori e parenti si coccolano questo potenziale talento nelle specialità di lanci e salti.

Ma un altro ottimo atleta sta crescendo: il cadetto Andrei Neagu, quattordicenne studente della media “Bonifacio” che ha percorso una piccola maratona nella specialità dell’esathlon iniziato sabato 13 e terminato nella mattinata del 14.

Prima gara i 100hs con 15”1/686 punti, poi il salto in lungo m.5,31/589, ancora giavellotto (600g) m.33,91/545, salto in alto m.1,50/543, lancio del disco m.20,96/400 e infine ha vinto nella gara dei 1.000m correndo in 2’57”7/613 per un totale di 3.376 punti classificandosi primo nella provincia di Rovigo e 5° in assoluto (in classifica combinata con la provincia di Padova) su 30 atleti che hanno portato a termine la fatica. Una grande prestazione confortata da 5 primati personali.

Nella stessa riunione molto bene ha fatto l’altro multiplista della Discobolo, Nicola Florindo, che pur dedicando poco tempo alle specialità che non siano quelle della velocità si è classificato 17° con questi risultati: 1.000/3’27”5, 100hs/16”9, alto/1,53, lungo/5,20, disco 14,47 e giavellotto 21,57 per un totale di 2.298 punti.  Matteo Grigolato ha partecipato soltanto la prima giornata distinguendosi nel salto in lungo con il nuovo primato personale di m.5,46.

Fra le cadette esordio di Greta Munaro che pur allenandosi poco ha dimostrato coraggio e determinazione cimentandosi nel pentathlon con questi risultati:

600/1’59”2 (379 puni); 80hs/14”4 (613); alto/1,20 (512); lungo/4,28 (582); giavellotto/17,69 (359). Per un totale di 2.445 attivando 11^ su 22 atlete che hanno terminato la gara.

Nella stessa riunione il sabato hanno gareggiato i ragazzi mentre la domenica le ragazze. Questi i risultati:

Ragazzi: Vortex: Diego Nezzo (3°) con m.50,92; Giorgio Masin (6°) m. 45,20; Lorenzo Zullato (7°) m.44,03; Pietro Rubiero (38°) m.26,42; Cristian Capato (48°) m.28,01. m.1.000: Cristian Capato (32°) 3’55”7; Lorenzo Zullato (38°) 4’06”9; Pietro Rubiero (44°) 4’15”5; Tommaso Fioravanti (49°) 4’22”6

Ragazze: Vortex: Giada Coltro (4^) m.35,61; Anna Trambaiolo (14^) m. 26,19; Eleonora Stocco (35^) 14,85; m.1.000: Eleonora Stocco (32^) 4’32”; Giada Coltro (42^) 4’45”6; Anna Trambaiolo (43^) 4’49”9.

18 maggio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe