IL CASO A OCCHIOBELLO E POLESELLA (ROVIGO) "L’acqua erogata da Polesine Acque è perfettamente rispondente ai requisiti di legge". Lo assicura,il presidente del consiglio di bacino Leonardo Raito

Valori sotto ogni soglia: "Acqua buona e potabile"

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Il primo allarme, era stato lanciato da Greenpeace, relativamente alla concentrazione di agenti inquinanti tipo Pfas registrati nelle scuole di Occhiobello e Polesella (LEGGI ARTICOLO). Poi, era arrivata la prima replica dei sindaci dei Comuni interessati, per disinnescare, dati alla mano, ogni allarmismo (LEGGI ARTICOLO). Infine, tocca alla comunicazione del presidente del Consiglio di bacino Leonardo Raito porre definitivamente fine alla vicenda



Occhiobello e Polesella (Ro) - "Per le acque potabili e più in particolare, per quanto riguarda i Pfas, i valori monitorati risultano abbondantemente inferiore ai limiti non solo italiani ma a quelli più restrittivi applicati in altri stati, come riporta lo stesso rapporto di Greenpeace".

Insomma: i valori delle concentrazioni di agenti inquinanti tipo Pfas nelle acque campionate dal Greenpeace - ma anche da Polesine acque per tutti i riscontri del caso - nell'acqua potabile di Polesella e di Occhiobello, nelle scuole e nelle fontanelle, sono ampiamente al di sotto di ogni soglia di attenzione, non solo italiana, ma di ogni altro paese che si voglia considerare.

19 maggio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe