SCUOLA CRESPINO (ROVIGO) L'avvocato Lorenzo Pavanello ha raccontato ai ragazzi la vicenda narrata nel suo libro "Il processo burletta, un omicidio impunito"

Una storia affascinante e un monito alle generazioni

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Nuova tappa, per l'avvocato Lorenzo Pavanello, per la presentazione del suo libro "Il processo burletta" (LEGGI ARTICOLO), questa volta alle scuole medie di Crespino



Crespino (Ro) - "Libertà, dignità umana, rispetto e lotta contro l'indifferenza": sono alcune delle parole utilizzate dall'avvocato Lorenzo Pavanello in occasione della presentazione ai ragazzi delle classi I e III della scuola media di Crespino del suo libro "Il processo  burletta, un omicidio impunito".

Il libro strappa dall'oblio un fatto accaduto a Granzette nei primi anni '20: l'omicidio di Luigi Masin per opera di squadre fasciste. Una tragica vicenda, quella dell'uccisione di  un uomo semplice, perpetrata davanti ai suoi familiari, impotenti, che non ebbero mai giustizia: gli imputati furono tutti assolti da una giuria popolare compiacente.

"A quell'epoca - ha spiegato Pavanello - seppure non ancora formalmente al potere, il movimento fascista incontrava il favore di gran parte della società civile".

È stata una piacevole e interessante lezione di storia e di civiltà sapientemente coordinata dal docente Giuseppe Moroni, che ha contestualizzato l'epoca in cui i fatti narrati si sono svolti. 

"Il libro - prosegue l'autore - costituisce un monito alle nuove generazioni a non dimenticare ciò che è stato nella consapevolezza che la libertà non è mai scontata e che la dignità di ogni essere umano merita di essere difesa. I ragazzi hanno seguito con molto interesse e partecipazione.

21 maggio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90