PESCA PORTO TOLLE (ROVIGO) Il presidente della realtà di Scardovari Roberto Finotello presenta le dimissioni, che saranno discusse tra domani e dopodomani. A monte di tutto ci sarebbero divergenze con il Cda

Dimissioni eccellenti al Consorzio pescatori del Polesine

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017
Il caso è venuto alla luce nella mattinata di lunedì 5 giugno, quando in Provincia a Rovigo era prevista una riunione che avrebbe dovuto coinvolgere anche i pescatori del Consorzio pescatori del Polesine di Scardovari, per discutere della possibilità di concedere nuovi permessi di pesca ai molluschi in acque interne


Porto Tolle (Ro) - Il presidente del Consorzio pescatori del Polesine Roberto Finotello, una realtà di Porto Tolle che riunisce circa 1400 lavoratori e genera un fatturato milionario, basato sulla pesca di mitili in acque interne, nelle lagune di Porto Tolle, avrebbe rassegnato le dimissioni dalla propria importante carica. Dimissioni che, al momento congelate, saranno discusse in Cda, ossia in Consiglio d'amministrazione, nella giornata di martedì 6 o mercoledì 7 giugno.

La circostanza è venuta alla luce a ridosso della riunione in Provincia, programmata per la mattinata di lunedì 5 giugno, quando si sarebbe dovuto discutere di un progetto di allargamento del numero dei titolari dei diritti di pesca. Al momento, le motivazioni non sono ufficiali, anche perché, come detto, le dimissioni dovrebbero ancora essere accettate e, prima, è previsto un confronto.

Le indiscrezioni parlano fondamentalmente di divergenze di vedute, soprattutto a livello di progettualità e di investimento, tra il presidente e una parte del Cda.
5 giugno 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe