CALCIO SEZIONE AIA ROVIGO Cena di fine stagione per gli arbitri, molto da festeggiare, in primis il debutto nella massima serie di Luigi Rossi e Mauro Galetto, ma anche Greta Pasquesi che ha esordito in Eccellenza 

Conviviale da serie A

Ilie Rizzato, Massimiliano Moretto, Michele Ronca e Luigi Rossi
Dino Tommasi, Greta Pasquesi e Massimiliano Moretto
L'intervento di Dino Tommasi
A destra Greta Pasquesi
Luigi Rossi ha portato in dono le maglie al presidente Figc Luca Pastorello
Luigi Rossi e Massimiliano Moretto
Miche Ronca premiato
Ilie Rizzato premiato
Francesca Zeggio
Patrick Pitton
L'intervento di Massimiliano Rossi presidente della sezione Aia di Rovigo
Massimiliano Moretto e Luca Pastorello
Luigi Rossi e Luca Pastorello
Simone Schiavo, Giacomo Piccoli, Massimiliano Moretto, Dino Tommasi Alessandro Caso
Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Premiati per i vent’anni di tessera Ilie Rizzato, Michele Ronca e Massimiliano Moretto. Molte le autorità presenti all’hotel Cristallo per celebrare una stagione fantastica quella vissuta dalla Sezione Aia di Rovigo.


Rovigo - Sono i migliori del Mondo, un sistema professionistico di altissimo livello, e la base e il lavoro delle sezioni è fondamentale per fornire un ricambio sempre migliore. Senza di loro non si può giocare a calcio, e molti di loro sono proprio ex atleti. I piedi non sono quelli Totti e Messi, ma hanno un cervello che deve decidere in poche frazioni di secondo situazioni che neppure la moviola in campo potrà risolvere completamente. Lunedì 5 giugno la Sezione Aia di Rovigo del presidente Massimiliano Moretto si è data appuntamento all’hotel Cristallo per una conviviale speciale. Da festeggiare c’era l’ottimo lavoro svolto, ma soprattutto due promozioni eccezionali nello stesso anno. L’esordio in Serie A degli assistenti polesani Luigi Rossi e Mauro Galetto, entrambi nel giro di poche settimane, un evento straordinario. Competenza, professionalità, studio, abnegazione, ma soprattutto tanta passione per il calcio. Questi gli ingredienti per arrivare a certi livelli, anche perchè nulla è lasciato al caso. Tra riunioni tecniche, aggiornamenti, e programma di allenamento fisico ferreo sono dei veri e propri professionisti. In un mondo prettamente maschile, un tocco di grazia e gioventù rappresentato da Greta Pasquesi. Potrebbe fare la modella o la pubblicità, invece no. Arbitra, lo fa bene, ed è una delle promesse del futuro. Ha esordito quest’anno in Eccellenza, di lei si parla una gran bene.

Serata di premiazioni con tante autorità presenti, il vice presidente vicario della Figc Veneto Patrick Pitton, Luca Pastorello per il comitato polesano, l’assessore allo Sport del comune di Lendinara Francesca Zeggio, Dino Tommasi presidente del Cra Veneto, Amedeo Bordina della sezione Aia di Adria, ed il padrone di casa della sezione Aia di Rovigo Massimiliano Moretto.

Premiati per i vent’anni di tessera Ilie Rizzato, Michele Ronca e proprio Massimiliano Moretto (presidente della sezione Aia di Rovigo). Ma l’ospite d’onore era Luigi Rossi, assicuratore di professione, il 21 maggio 2017 in Udinese Sampdoria ha esordito in Serie A come assistente, un premio speciale dopo un intervento con un pizzico di commozione “Grazie a tutti, anche a nome di Mauro Galetto (assente alla conviviale, e che aveva esordito nella massima serie in Bologna - Udinese il 30 aprile scorso), perché portare la sezione di Rovigo in Serie A è una grande emozione. Se penso ad un anno fa, quando il 1 luglio ho saputo che non potevo fare più l’arbitro, è stata la cosa più difficile. Poi la vita si evolve, grazie a Ilie e Massimiliano che mi hanno spinto a fare il corso da assistente di linea, ed eccomi qui. Siamo una associazione di facce pulite e dobbiamo andar avanti per il piacere di arbitrare. Voglio regalare la mia maglia e quella di Mauro a Luca Pastorello, presidente della Figc Rovigo, lo ringrazio per i sostengo”. 

Numero uno della Figc polesana che ha ricambiato con un premio speciale, un ricordo da consegnare anche anche a Mauro Galetto.

“Un grazie particolare a tutta la sezione e al suo presidente - ha commentato Luca Pastorello - i primi 365 giorni sono finiti, penso sia stato un anno meraviglioso, più di qualcuno mi ha fatto notare come gli arbitri rodigini, ma anche di tutto il Polesine, si sono approcciati in maniera rispettosa con tutte le società, penso che non sia una cosa indifferente. Non ci sono stati problemi, la Giustizia ha operato nella tutela dell’arbitro e nei confronti delle società, mai come quest’anno la delegazione ha avuto un occhio particolare verso l’Aia e viceversa, dovremo ancora migliorare questo tipo di rapporti camminando nello stesso binario. I ragazzi che vedo sono giovanissimi, li trovo solari e questo è molto positivo. Questa sezione ha avuto grandi soddisfazioni, e tutte meritate”.

Portando i saluti del presidente Ruzza e di tutto il consiglio direttivo del comitato, il vice presidente vicario della Figc Veneto, Patrick Pitton, ha ringraziato la Sezione Aia di Rovigo per l’invito “Un dirigente federale è amico degli arbitri, però deve essere garante di una istituzione. Mi rivolgo ai giovani, solo quando si partecipa a conviviali di questo tipo si capisce la valenza educativa che hanno per le nuove generazioni e per gli uomini del domani. Durante l’anno sbaglierete, ma non sarete mai lasciati soli”.

Amedeo Bordina della sezione Aia di Adria ha scherzato sui rapporti con quella di Rovigo (sana e costruittiva rivalità, ndr), 40 gli associati nella città etrusca, un clima di allegria sottolineato dall’ “ottimo rapporto con il presidente Luca Pastorello che ci segue sempre da vicino”.

“E’ la settima volta che sono qui a Rovigo quest’anno, e questo testimonia il buon rapporto che c’è con il numero uno della sezione di Rovigo Massimiliano Moretto  - ha esordito Dino Tommasi presidente del Cra Veneto - grazie del lavoro che state facendo, qui ci sono tanti ragazzi ed una unità d’intenti per crescere dal punto di vista tecnico, qui non ci si divide. Rovigo è la volontà di fare gruppo e pensare al futuro e ai giovani. Il presidente Moretto deve essere orgoglioso di quello che sta facendo”. Presenti anche i componenti del Cra, ovvero Simone Schiavo, Giacomo Piccoli e Alessandro Caso.

“E’ stato un anno fantastico, emozione, fatica, tutto quello che siamo noi - ha spiegato il presidente Moretto - ogni lunedì trovarmi con i componenti del comitato in sezione per scegliere chi di voi scende in campo non è fatica, è un piacere. Nel filmato che abbiamo visto prima di cena ci siamo guardati, e ci siamo chiesto quante cose abbiamo fatto quest’anno? Avete portato a termine una stagione spettacolare, non solo gli ultimi debutti in Serie A , ma c’è anche Greta Pasquesi che ha esordito in Eccellenza, e Marco Marchesin e Luca Selvateci che stanno crescendo. Non è un episodio, stiamo creando un movimento ed una scuola arbitrale che prima non c’era. Siamo sicuri che replicheremo i risultati che abbiamo visto”. Delle sorprese si attendono già dal 1 luglio, anche per Giuliano Govoni ex arbitro in Serie C, ed ora osservatore a livello professionistico.

Giorgio Achilli

 

 

6 giugno 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe