TERREMOTO 2012 PROVINCIA ROVIGO Grazie agli emendamenti del senatore Bartolomeo Amidei le amministrazioni possono raiteizzare il rientro dei mutui per i Comuni terremotati. Fiesso Umbertiano ringrazia 

Boccata d'ossigeno per i comuni nella restituzione dei benefici  

Musikè fondazione cariparo 730x90

Avrebbe dovuto rendere quasi mezzo milione in una tranche sola, ma grazie agli emendamenti del senatore polesano Bartolomeo Amidei, il comune di Fiesso Umbertiano potrà iniziare a rientrare con la prima di dieci rate dal prossimo anno per il pagamento dei mutui contratti dopo il sisma del 20 maggio del 2012. Luigia Modonesi sollevata dal problema come altre 15 comuni polesani e grande soddisfazione da parte del senatore Amidei 



Fiesso Umbertiano (Ro) - Boccata d'ossigeno salutare per il comune di Fiesso Umbertiano. Chiusa a fatica, a fine marzo, la difficile partita dei previsionali 2017 e con la verifica dei riequilibri di bilancio alle porte, nel prossimo mese di luglio, l'effetto benefico dei due emendamenti dello scorso autunno, con cui il senatore Bartolomeo Amidei (Fi) è riuscito a far posticipare il rientro dei mutui per i Comuni terremotati di Veneto ed Emilia (LEGGI ARTICOLO), si fa ora sentire a distanza per il comune di Fiesso del sindaco Luigia Modonesi. 

"Dopo averci inizialmente teso una mano, il Governo aveva quindi preteso il pagamento dei mutui contratti in unica soluzione nel 2017. Per capirci: noi avremmo dovuto rendere quasi mezzo milione in una tranche sola, cosa che avrebbe imposto tagli drastici in ogni settore a cominciare dai servizi come ad esempio il sociale. Una prospettiva drammatica che in alcuni casi avrebbe potuto paventare addirittura il rischio di non riuscire a chiudere il bilancio, complici pure i tagli trasversali: grazie all'intervento di Amidei, senatore che ha fatto il sindaco e quindi conosce bene la macchina amministrativa dei piccoli Comuni, abbiamo scongiurato questo pericolo e potremo iniziare a rientrare con la prima di dieci rate dal prossimo anno".

Fa eco il senatore, primo firmatario degli emendamenti in questione, supportato poi anche dalla collega Anna Maria Bernini: "Si è trattata di una battaglia portata avanti con le unghie e con i denti e recepita nel decreto Milleproroghe. Ritengo che si sia trattato di una delle azioni parlamentari del mio mandato di cui andar più fiero e i cui benefici, ora, emergono chiaramente. Un'azione pensata certamente per il territorio da cui vengo e di cui sono espressione in Senato, ma più in generale a favore di un'area, quella emiliano-veneta, messa in ginocchio dal terremoto di cinque anni fa ma che, grazie anche a interventi come il mio, ha potuto reagire rimettendosi in piedi e ripartendo di gran carriera. Ottenere la proroga ai mutui in essere - conclude Amidei - si è rivelato fondamentale per tante amministrazioni: nel solo Polesine, un toccasana per un terzo dei Comuni".

Le amministrazione interessate dai provvedimenti sono 104 in tutto, ricadono in 6 province di tre regioni (Veneto, Emilia e Lombardia): Bologna (16), Ferrara (6), Modena (18), Reggio Emilia (13), Mantova (34) oltre alle 16 del rodigino che oltre a Fiesso ha visto coinvolti Bagnolo di Po, Canaro, Castelguglielmo, Castelmassa, Ceneselli, Ficarolo, Gaiba, Giacciano con Baruchella, Occhiobello, Stienta, Pincara, Trecenta, Adria, Bergantino e Melara. "Per me è motivo di grande soddisfazione portare a compimento risultati così importanti e che coinvolgono tantissimi Comuni, - chiosa il coordinatore polesano di FI - a maggior ragione quando questo avviene, come nel mio caso, dai banchi della minoranza".

10 giugno 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Cooking Chef Academy 730x90