PESCA PORTO TOLLE (ROVIGO) Martedì 20 giugno un incontro a Roma tra Ministeri, Comune e Cooperative, incentrato sulle misure da adottare nell'area del Barbamarco

Tutti assieme per dare nuova vita alla laguna

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Un incontro al quale siederanno numerosi rappresentanti ministeriali, dei pescatori e del Comune di Porto Tolle, nel corso del quale si deciderà come impostate un percorso volto alla tutela e allo sviluppo della laguna del Barbamarco


Porto Tolle (Ro) - Martedì 20 giugno, a Roma, ministero dei Trasporti, ministero delle Politiche agricole, Regione Veneto, Comune di Porto Tolle e Cooperative dei pescatori siederanno tutti attorno ad un tavolo per valorizzare la laguna di Barbamarco, nel Comune di Porto Tolle.

Lo annuncia il parlamentare polesano del Partito democratico Diego Crivellari, dando conferma di un incontro promosso dal deputato a Roma tra tutti i soggetti istituzionali ed economici che sono interessati ad una delle lagune più importanti del Delta del Po, situata tra il Po di Maistra e il Po Busa di Tramontana.

"La laguna di Barbamarco - spiega Crivellari - è un bene unico e prezioso, circondata da quattro valli da pesca a formare un comprensorio lagunare di circa 1.800 ettari e con due due bocche per il collegamento a mare di 70 e 80 metri di larghezza. I numeri parlano chiaro e l'importanza di garantirne il suo futuro, la sua vita attiva per le specie ittiche e l'avifauna, deve essere uno dei primi obbiettivi del territorio".

"Ho proposto e cercato di riunire ad uno stesso tavolo i due ministeri coinvolti, un rappresentante della Regione Veneto, il Comune di Porto Tolle e gli operatori economici, per cercare di disegnare un futuro condiviso e verificare quali sinergie si potessero mettere in campo. Martedì ci sarà questo importante appuntamento, che sicuramente sarà il primo di una serie di passi necessari per il nostro Delta ed il nostro territorio".

 

 

15 giugno 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017