PATTINAGGIO CORSA Ai campionati italiani di Asiago lo Skating club Rovigo porta a casa forse meno di quanto meritato, Mattia Diamanti argento e bronzo, Desiana Caniatti d’oro

Tris di medaglie fantastico 

A destra Mattia Diamanti
Mattia Diamanti sul podio
Mattia Diamanti sul podio
Desiana Caniatti
Filippo Santato
Mattia Diamanti e Roberta Ponzetti
Mattia Diamanti
Cooking Chef Academy 730x90

 Al Pattinodromo delle Rose Adriatic Lng festa di fine stagione di tutte le scuole di pattinaggio, sabato 17 giugno a partire dalle ore 18. L’impianto di via Muratori ospiterà un centinaio di allievi provenienti non solo dai corsi cittadini ma anche dalle esperienze di Villadose, Pontecchio e Crespino che si sfideranno in giochi di abilità sui pattini con tanto divertimento, il tutto organizzato dallo staff di allenatori della squadra di pattinaggio corsa e rodigina. Ingresso gratuito con club house funzionante a pieno regime. 


Rovigo - Un oro, un argento ed un bronzo, questo il bottino raccolto dalla trasferta “assoluta” di Asiago. Si è chiuso il sipario nella prima parte dei campionati Italiani, quella su strada, che ha visto partecipe e protagonista lo Skating Club Rovigo con i picchi ottenuti da Desiana Caniatti, titolo italiano, nella maratona master over 50, e con Mattia Diamanti argento e bronzo rispettivamente nella 100 metri in corsia e nella 500 metri sprint. La federazione ha ritenuto organizzabile il campionato in un tracciato cittadino, cercando di riportare all’attenzione del grande pubblico il pattinaggio in linea. Peccato per le condizioni poco favorevoli del circuito con problematiche fisiologiche relative al manto stradale, soprattutto di una città di montagna, che ha compromesso la 100 metri aumentando a dismisura le fasi di qualifica riducendo le corsie da tre a due, quindi con sforzo maggiore da riconoscere a tutti gli atleti. Lo stesso Diamanti si dice essere arrivato con “condizione fisica e mentale ottima, ma purtroppo per fatti esterni non abbiamo raccolto quello che ci si aspettava. Ci rifaremo ai campionati Italiani Pista di Altececcato”.  

Resta anche il notevole rammarico per gli strattoni subiti da Diamanti nella finale dei 500 sprint. "Mattia è partito in testa - commenta il vicepresidente Paolo Ponzetti - ma purtroppo ha subito delle evidenti scorrettezze che gli hanno fatto perdere il ritmo, rischiando di cadere e scivolando in quarta piazza. Peccato, perché si è presentato a questi Italiani ben preparato, ma la stagione è lunga e permetterà al nostro bravo ragazzo di rifarsi". Di parere più “morbido” invece Desiana Caniatti, abituata a tracciati molto selettivi. La stessa afferma essere “un percorso duro, soprattutto con molti falsi piani molto tosti. Partenza dalla piazza di Asiago per dirigersi all'aeroporto dove sono stati effettuati 15 interminabili giri per poi ritornare in centro per l’arrivo, brusco, essendo in discesa. Molto contenta per il titolo ottenuto”.

Infine, un plauso a tutti gli altri atleti, che seppur non medagliati, hanno portato a casa un’ottima esperienza, da ottimizzare ai prossimi campionati assoluti. Hanno partecipato: nella categoria Ragazzi Filippo Santato, Martina Luppi; negli Allievi, Gabriele Meneghello; negli Junior, Marianna Sandonati, nei Senior, Giovanni Arzenton e Valentino Bressan.

 

  

 

16 giugno 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90