RUGBY WORLD CHAMPIONSHIP UNDER 20 In vantaggio fino a 5’ dalla fine, l’Italia rimedia un cartellino rosso e perde contro il Galles 25-24. Bene i prossimi acquisti del Rovigo

Gli Azzurrini chiudono all’ottavo posto

Capitan Riccioni contro il Galles
Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

Poteva finire meglio, dopo quello che Cioffi (prossimo Bersagliere) e compagni hanno fatto vedere contro il Galles, Una finale per il settimo ed ottavo posto che comunque deve essere una grande soddisfazione per lo staff tecnico guidato da Alessandro Troncon. In campo anche Zanon, il centro del Mogliano che dovrebbe formalizzare nelle prossime ore il passaggio alla FemiCz Rovigo, anche se nella prima lista ufficializzata da viale Alfieri non c’è (LEGGI ARTICOLO) 


 

Tbilisi (Georgia) – Si chiude all’ottavo posto il cammino dell’Italia Under 20 al World Rugby U20 Championship. Agli Azzurrini non basta una bella prestazione per avere la meglio sul Galles che soffre ma che nei minuti finali riesce a ribaltare il passivo e a imporsi 25-24. Per la prima volta, con la nuova formula del Mondiale Under 20, l’Italia si piazza tra le prime otto squadre al mondo a livello Juniores.

L’approccio al match degli Azzurrini, soprattutto nelle prime fasi, è molto aggressivo e il Galles soffre le avanzate del XV guidato da Troncon e Orlandi. Dopo una meta sfiorata da Trussardi prima e Licata poi, l’Italia sblocca il risultato con un calcio piazzato di Rizzi (prossimo al passaggio al Petrarca Padova, gran bel giocatore) al 7’ ottenuto dopo un’azione prolungata nei 22 metri difensivi avversari. Il Galles prova la reazione, ma la difesa italiana regge l’urto e con una grande azione personale di Rollero arriva il secondo calcio piazzato del match che il numero 10 azzurro realizza da circa 40 metri. Passano soli due minuti e al 19’ l’Italia resta in inferiorità numerica per il cartellino giallo rimediato da Zanon (prossimo alla firma con la FemiCz Rovigo, salvo sviluppi) che frutta anche i primi punti per gli avversari con Robson che dimezza le distanze nel risultato. Gli Azzurrini nonostante l’uomo in meno tengono bene il campo, ma al 30’ una incursione centrale di Robson sorprenda la difesa azzurra e porta alla prima meta del match realizzata da Bradbury che vale il sorpasso. Rizzi accorcia le distanze al 33’ e l’Italia sfiora il nuovo vantaggio fermandosi a 5 metri dalla linea di meta. Non sbagliano invece gli avversari che nel finale di tempo trovano un varco sul lato mancino d’attacco con Conbeer che sposta il parziale sul 15-9. Sul ribaltamento di fronte Rizzi centra il palo su calcio piazzato non riuscendo a ridurre lo svantaggio prima dell’intervallo.

Ad inizio ripresa l’Italia trova il nuovo vantaggio con D’Onofrio che raccoglie l’ovale dopo un intercetto e si invola in meta in solitaria. Il buon momento degli Azzurrini continua e, dopo una nuova offensiva di D’Onofrio che mette in difficoltà la retroguardia avversaria, al 52’ Rizzi incrementa il suo score realizzativo portando la sua squadra sul 19-15. Il Galles non riesce a superare il muro azzurro e soffre le offensive dell’Italia che, al 62’, grazie ad una grande azione di squadra va nuovamente in meta con Schiabel. Da una meta quasi fatta per Rizzi, che tocca la bandierina prima di piazzare l’ovale a terra, si passa a quella realizzata da Jones che riporta a contatto il Galles sul 22-24 grazie anche alla trasformazione di Robson. Il XV di Strange al 75’ trova nuovamente il vantaggio con un piazzato di Jones arrivato dopo un duro placcaggio di Bianchi che rimedia anche il cartellino rosso (placcaggio alto). Gli Azzurrini chiudono in attacco il match, ma il risultato non cambia.

“In tutte le partite di questo Mondiale siamo scesi in campo per ottenere il bottino pieno – ha esordito Carlo Orlandi - . Essere tra le prime otto squadre al mondo a livello Juniores è un risultato di prestigio, ma analizzando le prestazioni delle precedenti partite sappiamo che possiamo avere margini di miglioramento. In ogni caso la sconfitta contro il Galles non cancella quanto di buono fatto e il lavoro svolto in questi mesi. Ripartiremo con più voglia di prima cercando risultati sempre migliori”.

Gli fa eco Alessandro Troncon: “La vittoria all’esordio contro l’Irlanda ha messo in chiaro il valore di questo gruppo. Perdere non è mai bello, soprattutto quando sei in vantaggio a pochi minuti dal termine. Valutando nella complessità il torneo posso definirmi soddisfatto per le prestazioni dei ragazzi. Ci sono alcune cose da migliorare e nei prossimi mesi lavoreremo in questa direzione per essere sempre competitivi ad alto livello”.

Tbilisi (Georgia), “Avchala Stadium” – domenica 18 giugno
World Rugby U20 Championship, Finale 7° posto
Galles U20 v Italia U20 25-24 (15-9)

Marcatori: p.t. 7’ c.p. Rizzi (0-3); 17’ c.p. Rizzi (0-6); 19’ c.p. Robson (3-6); 30’ m. Bradbury tr. Robson (10-6); 33’ c.p. Rizzi (9-10); 39’ m. Conbeer (15-9); s.t. 42’ m. D’Onofrio tr. Rizzi (15-16); 52’ c.p. Rizzi (15-19); 62’ m. Schiabel (15-24); 67’ m. Jones tr. Robson (22-24); 75’ c.p. Jones (25-24)

Galles U20: Jones; Rosser, Nicholas (73’ Lewis), Lane (66’ Edwards), Conbeer; Robson (75’ Nicholas), Morgan-Williams (53’ Blacker); Botham (53’ Ward), Jones (cap.) (50’-59’ Blackmore) (65’ Blackmore), Lewis-Hughes (55’-57’ Botham) (75’ Botham); Bradbury (70’-72’ Botham), Griffiths; Assiratti (60’ Thomas), Ship (65’ Hughes), Carre (63’ Mably)
all. Strange

Italia U20: Cioffi; De Masi, M. Zanon, Schiabel (70’ Bronzini), D’Onofrio; Rizzi, Trussardi; Licata (60’ Manni), Lamaro, Bianchi; Masselli, Cannone; Riccioni (cap.) (71’ Gavrilita), Rollero (53’ Ceciliani), Fischetti (22’-26 Rimpelli) (54’ Rimpelli)

A disposizione non entrati: Iachizzi, Fusco, Di Marco

All. Troncon, Orlandi
Arb. Jaco Van Heerden (SARU)
Cartellini: 18’ giallo a Zanon (Italia U20); 74’ rosso a Bianchi (Italia U20)
Calciatori: Rizzi (Italia U20) 5/7; Robson (Galles U20) 3/4; Jones (Galles U20) 1/1

 

18 giugno 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe