RUGBY NATIONS CUP Anche l’Argentina ha battuto l’Italia Emergenti 15-10. In campo anche Ortis e Mantelli della FemiCz Rovigo, e gli ex Iacob, Tenga ed Enrico Lucchin

Tre sconfitte su altrettanti incontri

Il rodigino Enrico Lucchin
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Coach Gianluca Guidi: “Dispiace per il risultato finale. Abbiamo giocato una ottima partita sia in fase offensiva che difensiva. Siamo passati dal possibile vantaggio nostro allo svantaggio nell’arco di un minuto a causa di un errata valutazione sulla meta non assegnata a Minozzi. Ciò che mi preme sottolineare è sicuramente l’impegno di tutta la squadra che ha mostrato una bella e consistente reazione, dopo la partita con la Namibia, contro una Nazionale importante. Ci sono giocatori che hanno ben figurato e che hanno dimostrato di poter giocare a questo livello”.


Montevideo (Uruguay) – Nel terzo ed ultimo incontro della Nations Cup l’Argentina XV ha battuto l’Italia Emergenti all’Estadio Charrua di Montevideo.

Parte forte l’Argentina XV che, dopo il cartellino giallo rimediato da Bruno al 1’ per un placcaggio duro, sblocca il risultato con un’azione corale finalizzata da Cuaranta al 4’. Ristabilita la parità numerica gli Azzurri trovano subito il pareggio con una incursione solitaria di Minozzi che sorprende la difesa avversaria. Gli argentini si rituffano in attacco ma trovano una difesa azzurra ben schierata che in due occasioni respinge al mittente le offensive degli avversari che riescono a trovare il nuovo vantaggio al 23’ con un calcio piazzato di Diaz Bonilla. La formazione di Contepomi attacca e nel finale sfiora la seconda meta del match, ma la difesa italiana conferma la buona prestazione della prima frazione e il primo tempo si chiude sul 10-7.

Dopo un giallo a Medrano, l’Italia centra il pareggio al 46’ con un calcio piazzato di Mantelli che sposta il parziale sul 10-10. Il forte vento condiziona alcune azioni della ripresa, con la mischia che la fa da padrona in molti frangenti del match. Il XV di Guidi tiene bene il campo e i sudamericani faticano ad imbastire azioni di rilievo. Al 66’ Mantelli ha sui piedi la palla del possibile primo vantaggio, ma il numero 10 Azzurro non centra i pali. Dopo una meta dubbia non concessa a Minozzi, l’Argentina XV si riporta avanti con Larrague che va in meta e sposta il parziale sul 15-10. Gli Azzurri si riportano in attacco nei minuti finali mettendo pressione agli avversari che restano in inferiorità numerica per il giallo a Montagner, ma il risultato non si sposta e la partita va in archivio sul 15-10.

Montevideo (Uruguay), “Estadio Charrua” – domenica 18 giugno
Nations Cup, III giornata
Argentina XV v Italia Emergenti 15-10 (10-7)

Marcatori: p.t. 4’ m. Cuaranta tr. Diaz Bonilla (7-0); 10’ m. Minozzi tr. Mantelli (7-7); 23’ c.p. Diaz Bonilla (10-7); s.t. 46’ c.p. Mantelli (10-10); 76’ m. Larrague (15-10)

Argentina XV: Luna; Dominguez, Cappiello, Devoto (64’ Tuculet), Cuaranta; Diaz Bonilla (46’ Elias), Ezcurra; Bruni (46’ Bartoloni), Bavaro (cap.) (67’ Montagner), Gorrissen; Larrague, Ortega (58’ Portillo); Medrano (56’ Bruni), Gomez (60’ Tejerizo), Brarda (46’ Ferronato)
A disposizione non entrati: Bazan Velez
All. Contepomi

Italia Emergenti: Minozzi; Bruno, Gabbianelli (65’ Susio), Lucchin, Manganiello; Mantelli, Marinaro (cap.); Amenta (37’ Nostran), Giammarioli, Corazzi; Krumov, Ortis; Iacob (55’ Tenga), Makelara (77’ Daniele), Appiah (51’ Zago)

A disposizione non entrati: Buonfiglio, Gregorio, Buscema
All. Guidi

Arb. Inigo Atorrastagasti (Spagna)
Cartellini: 1’ giallo a Bruno (Italia Emergenti); 45’ giallo a Medrano (Argentina XV); 81’ giallo a Montagner (Argentina XV)
Calciatori: Diaz Bonilla (Argentina XV) 2/2; Mantelli (Italia Emergenti) 2/3; Elias (Argentina XV) 0/1

 

18 giugno 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017