ROVIGO CENTRO Proteste per le condizioni di piazza XX Settembre, il consigliere comunale Renato Borgato presenta una interpellanza per chiedere più controlli ed eventi

Degrado, vandalismi, marmi rovinati: "Videosorveglianza"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Una segnalazione amareggiata con la quale un residente di piazza XX Settembre, davanti alla Rotonda, descrive lo stato in cui versa l'area. Gli fa eco il consigliere comunale Renato Borgato che, nel corso del consiglio comunale di giovedì 29 giugno, ha presentato una richiesta proprio su questo punto



Rovigo - Degrado in piazza XX Settembre. Questa la segnalazione di un residente in zona, ma anche l'argomento centrale della richiesta avanzata dal consigliere comunale Renato Borgato, che vorrebbe una videosorveglianza più efficace. "Cartelli stradali a terra o inclinati, fontane rotte, scritte dappertutto, cubi anti traffico in disordine - spiega il lettore - Adesso ci mettiamo anche i camion fino a fine lavori nella via dietro alla Rotonda".

Inoltre, con l'estate sarebbe notevolmente aumentata la frequentazione notturna della zona. La segnalazione parla di schiamazzi notturni, ma in alcuni casi ci sarebbero state anche liti. "E dire che l'amministrazione comunale per evitare il degrado ha tolto le panchine in piazzale Repubblica", conclude amareggiato il lettore.

Da parte sua invece Borgato attacca sul ritorno di quelli che definisce i vandali. Il consigliere comunale di maggioranza Renato Borgato, del Gruppo misto, chiede all’amministrazione di intervenire. “I cittadini mi hanno segnalato la comparsa di altre scritte sui marmi di piazza XX Settembre – spiega Borgato – Da quello che mi hanno riferito sarebbero già intervenute le forze dell’ordine. Sembra che si tratti di imbrattamenti compiuti da ragazzini di passaggio, non propriamente abitanti del centro di Rovigo. Ma c’è solo un modo per identificare i colpevoli e mettere fine a questa storia: le telecamere di videosorveglianza. È indispensabile che l’amministrazione comunale inserisca nel suo programma questa priorità”.

“Tra l’altro – continua Borgato – piazza XX Settembre è una zona bellissima e abbiamo visto il successo dell’ultimo concerto organizzato proprio in questa zona. Chiedo all’amministrazione di trasformare la piazza in un sito di varie iniziative, mettete anche questo in programma, un modo per valorizzare ulteriormente il luogo e tenere alla larga i vandali”.

29 giugno 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

  • "Basta ai ragazzi incivili, maleducati e ignoranti"

    DEGRADO ROVIGO Piazza XX Settembre tappezzata da bottiglie di vetro, bicchieri e cartacce varie. Lo sdegno di un cittadino che attende segnali da parte dell’amministrazione comunale 

  • Torna a splendere anche il coro ligneo della chiesa

    RESTAURO ROTONDA ROVIGO Restauro conservativo per il manufatto in noce del XVII secolo. Il tempio grazie al sito internet ha esponenzialmente aumentato le visite dei turisti

  • Arriva la squadra anti-ratti

    CENTRO STORICO ROVIGO Dopo le numerose segnalazioni dei cittadini il Comune è costretto a ricorrere ad una ditta a chiamata per liberare la città dai topi

  • Dopo il Corso i cubi sloggiano anche da piazza XX Settembre

    SICUREZZA ROVIGO Il sindacato del Tempio della Rotonda ha chiesto al Comune di rimuovere i paracarri squadrati dalle vicinanze della chiesa, perché “pericolosi". E Palazzo Nodari acconsente

  • "Un luogo di culto lasciato nel degrado"

    COMUNE ROSOLINA (ROVIGO) La consigliera Daniela Falconi denuncia la mancanza di organizzazione e attivazione dell’amministrazione comunale per gli interventi di ristrutturazione della chiesetta del cimitero 

  • Topi in pieno centro, nuove segnalazioni

    IL CASO A ROVIGO Fotografato un esemplare in via Angeli, i residenti continuano a lamentarsi, alla luce degli ultimi avvistamenti, anche di roditori non propriamente di piccole dimensioni

  • Una stanza gettata in strada

    DEGRADO ROVIGO La segnalazione dei residenti di via Baruchello, che si sono ritrovati davanti a questo spettacolo nella mattinata di martedì 18 ottobre. E non è l'unico problema

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni