SANITA' LENDINARA (ROVIGO) La segnalazione di Guglielmo Brusco: "La Ulss 5 presterà un urologo al poliambulatorio privato, non convenzionato, Sant'Anna". E per i convenzionati aumenta il budget

"Oltre ai soldi ora diamo ai privati anche i medici"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Un intervento molto critico, quello fatto da Guglielmo Brusco, esponente di Rifondazione Comunista, su due aspetti: un aumento del budget destinato dall'azienda sanitaria Ulss 5 polesana ai privati e la decisione di "concedere" un medico pubblico a una struttura privata, seppure con un accordo particolare


 

Lendinara (Ro) - "In questi giorni in cui si assiste alla lotta per la difesa di Ostetricia e Ginecologia ad Adria, in Altopolesine,  si conferma l’attacco al San Luca e  il taglio previsto  di più di 50 posti letto per acuti.  E’ la giusta conseguenza per chi non lotta adeguatamente, a partire dalla gente e dal sindaco di Trecenta". Lo afferma Gugliemo Brusco, ex assessore provinciale alla Salute, esponente di Rifondazione Comunista.

"E’ di questi giorni - prosegue - l’assegnazione milionaria di budget per il 2017, per alcuni centri medici privati. Mentre il pubblico tira la cinghia, per il Centro Medico, il Centro Medico Polesano e il Centro Attività Motorie, se non erro, rispetto alla previsione 2016 al lordo dei ticket di 3.973.319 euro,  per il 2017, c’è una previsione di 4.241.686 euro. Un prezioso + 4%. Bravo,  agli amministratori privati, male quelli pubblici che una ne fanno e cento ne pensano".

"Infatti, è del 28 giugno scorso, un’altra discutibile scelta della direzione dell’Ulss 5, con la quale,  si prevede di vendere prestazioni di Urologia al Poliambulatorio privato  non convenzionato, Sant’Anna di Lendinara. Un Medico dell’equipe di Urologia dell’Ospedale di Rovigo, potrà recarsi nel Poliambulatorio privato di Lendinara,  a svolgere attività per  un massimo di 22 presenze annue e di 5 ore ogni seduta".

"Insomma, 110 ore di supporto per la struttura privata lendinarese, per un totale possibile di visite urologiche  che potrebbe arrivare, se ho fatto bene  i conti, a ben 330 visite annue di durata media di 20 minuti ciascuna. E una gran bella pubblicità per il Sant’Anna, grazie al personale dell’Ulss 5!".

"Ma scusate, pensate che un ambulatorio privato manderebbe un suo dipendente a svolgere attività nella struttura pubblica, invece di far passare i pazienti nella propria struttura? Io mi scuso, proprio perché non essendo una istituzione addetta al controllo di legalità, legittimità ed economicità dell’uso del denaro pubblico, da ignorante faccio solo riflessioni e conti da semplice ragioniere, insieme a qualche domanda".

"Perché da questa operazione il paziente dovrebbe ad esempio pagare per la prima visita 150 euro di cui 53 resterebbero all’ambulatorio privato e solo 30 resterebbero all’Uldd 5 che fornisce il proprio dipendente (oppure se si trattasse di visita di controllo,  44 euro al privato e 24 all’Ulss)? Perché non mandiamo anche altri medici, che se portassero anche loro al Sant’Anna circa  50 euro come quota visita, presumo consentirebbero ai titolari utili da favola? Per 330 visite, anche altri medici, fornendo loro solo ambulatorio e attrezzatura, potrebbero contribuire a far incassare qualcosa all’Ulss, ma certamente al centro privato che con un impegno non proibitivo,  incasserebbe 15 mila euro annui per medico Ulss".

"Se proprio al paziente vogliamo far pagare 150 euro (o 120 per ogni visita di controllo), perché non assumere all’Ulss 5 un  urologo in più per questo tipo di attività? Ci sono spazi in quantità (vedi ex-Ostetricia-Ginecologia al San Luca) da usare per pratiche sanitarie e, con 330 visite annue l’incasso per lo stesso periodo per l’Ulss potrebbe essere di quasi 50mila euro per la prima visita o circa 40mila per il controllo (con la suddivisione da fare con il medico). Se non si puntasse al massimo incasso, si potrebbe invece far risparmiare circa 50 euro al paziente per ogni visita, senza che questo ci rimetta in qualità, visto che sarebbe visitato sostanzialmente dallo stesso medico che potrebbe trovare al Sant’Anna".

7 luglio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017