IL CASO A OCCHIOBELLO (ROVIGO) La serata conclusiva della settima edizione della kermesse gastronomica finisce nel mirino dell'associazione "Le Gabbie Vuote"

Gli animalisti provano a boicottare la Sagra del Maiale, ma...

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
La kermesse gastronomica della Sagra del Maiale in via Gurzone, Occhiobello, era finita nel mirino degli animalisti, che hanno cercato di organizzare un boicottaggio della manifestazione, arrivata alla serata conclusiva domenica 9 luglio. Il tam tam era arrivato anche su Facebook, ma non pare proprio che le cose siano andate come pensavano gli organizzatori del boicottaggio

Occhiobello (Ro) - L'intenzione era boicottare la sagra ma, almeno per questa volta, gli amanti del maiale battono gli animalisti. Alla serata conclusiva della "Sagra del maiale" di Occhiobello, infatti, domenica 9 luglio, serata conclusiva, sono arrivati in ben 650, a gustare le specialità che sono il pezzo forte della kermesse gastronomica organizzata dalla Protezione civile del Comune.

Un menu che vedeva sua maestà il maiale protagonista indiscusso e che non era piaciuto agli animalisti della associazione "Le Gabbie Vuote", che si erano mobilitati, anche su Facebook, per manifestare la propria contrarietà. La chiamata alle armi, però, almeno per questa volta non ha avuto grande successo, dal momento che sono state, appunto, in centinaia le persone accorse.
10 luglio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017