ACCADEMIA DEI CONCORDI ROVIGO Il presidente Enrico Zerbinati illustra ai consiglieri la situazione dell’ente, in enorme difficoltà a causa della mancata erogazione del contributo del Comune. Ma non è l’unico ente in crisi. Il milione di euro dell’avanzo b

Biblioteca ad un passo dalla chiusura, nella città che pensa di essere capitale della cultura 

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Non è solo la Biblioteca dell’Accademia dei Concordi a forte rischio sospensione, ma anche le scuole paritarie e tutto ciò al quale poteva essere destinato l’avanzo di amministrazione che resta ancora congelato (ECCO COME DOVEVA ESSERE DESTINATO L’AVANZO). Il motivo? La questione del lodo Baldetti che rischia veramente di bloccare il funzionamento di questa amministrazione costretta ad accollarsi un debito, quello di Veneto Nuoto, di circa 10 milioni di euro (LEGGI ARTICOLO). La preoccupazione del presidente dell’Accademia, Enrico Zerbinati, invitato in consiglio comunale a relazionare è evidente, ma l’assessore Susanna Garbo risponde: “La buona volontà c’è, serve pazienza perché la matassa dell’avanzo deve ancora essere sbrogliata”. Silvia Menon: “E’ sbagliato attendere che si risolvi il caso delle piscine e non ottemperare gli altri contratti"



Rovigo – “Visto che il Comune non ha provveduto a erogare la sua parte di fondi destinati alla Biblioteca e visto che l’Accademia non ha risorse sufficienti per mantenere il servizio attivo, esauriti i fondi, sospenderemo il servizio”. Sono le parole chiare del presidente dell’Accademia dei Concordi, Enrico Zerbinati, presente in consiglio comunale insieme al suo consiglio di amministrazione per rappresentare la situazione dell’Ente che guida da anni. Sebbene l’ultimo comunicato unitario facesse presagire pace fatta tra Comune e Accademia (LEGGI ARTICOLO), dopo il mancato versamento del contributo annuale di Palazzo Nodari all’ente culturale (neanche previsto a bilancio), ora torna lo spettro della chiusura della Biblioteca. Sì al dialogo, come dimostra la sua presenza in aula, ma senza risorse non si può andare avanti.

“Fa male sentire questa relazione, sembra l’ultimo grido di un cigno morente – commenta il consigliere di minoranza Andrea Borgato (Pd) – Parliamo di capitale della cultura mentre l’Accademia rischia di chiudere i battenti. Ho chiesto all’assessore Susanna Garbo quando sarà destinato l’avanzo di amministrazione, dal quale dipende lo sblocco del contributo per l’Accademia e non solo. Beh, la risposta è di una gravità incredibile: l’avanzo resterà ancora congelato per la questione del lodo Baldetti. Ma cosa sta succedendo? Guadiamoci in faccia e diciamocelo. Ora scoppia la bomba Accademia e quando apriranno le scuole non avremmo i soldi neanche per le paritarie che attendono ancora lo stanziamento dei contributi. Faccio un appello che vorrei facesse il sindaco: apriamo una sottoscrizione pubblica per salvare l’Accademia, diamoci una mano intanto per salvare un servizio fondamentale per la città”.

“Noi ci siamo presi l’impegno formale – commenta l’assessore al bilancio, Susanna Garbo – ora serve un po’ di pazienza. Abbiamo chiesto all’Accademia di attendere qualche mese perché la situazione dell’avanzo di bilancio è complessa e ancora bloccata. Stiamo lavorando tutti i giorni per dissipare questa matassa. Ma non vuol dire che vogliamo sottrarsi all’erogazione del contributo”. Ma chissà quando.

“Non si può anteporre il lodo baldetti ai contributi per l’Accademia e le altre varie ed eventuali – commenta la consigliera di minoranza Silvia Menon – La causa sulle piscine va avanti e sarà discussa a febbraio nel 2018 non possiamo continuare ad attendere e non si risolve il problema bloccando i contributi che non sono comunque sufficienti a saldare quel debito. Ho capito la prudenza del caso ma anche con l’Accademia siamo di fronte ad un contratto. Non possiamo dire paghiamo quando abbiamo la soluzione per la Baldetti. È impensabile”. Al termine, sia l'assessore alla cultura Andrea Donzelli che il presidente dell'Accademia Enrico Zerbinati concordano sulla necessità di ulteriori incontri. Ma nessuno esce dal consiglio con il sorriso o con una risposta.

11 luglio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017