CULTURA ROVIGO Chiuso il quarto anno di attività della Palomar, che ha sede ai Concordi, e che è stata fondata dallo scrittore rodigino Mattia Signori. Gli allievi quest’anno hanno vinto il premio Calvino e un romanzo è stato finalista del premio Flaiano

La scuola per scrittori funziona. Si pubblica e si vincono premi

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Un traguardo importante, il quarto anno di attività della scuola di scrittura creativa



Rovigo - Si è chiuso il quarto anno della scuola di scrittura Palomar con l'arrivo di Vicki Satlow, l'agente letterario americano tra i più importanti in Italia e in Europa. Un anno caratterizzato da due prestigiosi successi raggiunti attraverso i propri “allievi": il vincitore del premio Calvino e un romanzo finalista al premio Flaiano.

Vicki Satlow, che rappresenta tra gli altri Susanna Tamaro, Richard Bach, Silvio Muccino, Marie Kondo, Patty Pravo, Vanessa Diffenbaugh, dell'omonima agenzia che ha una sede in Italia, a Milano, e un'altra in Inghilterra, è arrivato il mese scorso a Rovigo per incontrare gli studenti della scuola Palomar e cercare tra loro i futuri successi editoriali di domani.

La scuola Palomar è nata a Rovigo nel 2013 per volontà dello scrittore Mattia Signorini. È ospitata dall'Accademia dei Concordi, nella sede distaccata di piazza Garibaldi, che ha fortemente creduto da subito nel progetto, e con lo spirito di innovazione che caratterizza il centro culturale più importante della città, e attira aspiranti scrittori da tutta Italia. In nove mesi, da ottobre a giugno, lavorano a stretto contatto con scrittori ed editor per scrivere un intero romanzo.

Numerosi i successi che, a oggi, sono stati resi possibili dalla presenza della scuola. La studentessa padovana Emanuela Canepa, ha vinto il Premio Calvino 2017 con il suo romanzo "L'animale femmina" scritto proprio alla Palomar, e in questo momento i diritti sono in asta tra i principali editori italiani.

Nella primavera del 2016 un'altra studentessa di Ancona, Evita Greco, ha visto il suo romanzo pubblicato per Rizzoli. "Il rumore delle cose che iniziano" è entrato da subito nella top 20 dei libri più venduti in Italia, ha vinto il Premio Rapallo Carige e stata nella terna finalista al premio Flaiano opera prima aggiudicato nei giorni scorsi.

I primi mesi del 2017 sono stati pubblicati i romanzi dello svizzero Mattia Bertoldi, "Le cose belle che vorrai ricordare" per la prestigiosa Tre60 del gruppo editoriale Gems, per cui pubblicano, tra i moltissimi altri, Luis Sepulveda, J.K. Rowling e Jonathan Safran Foer, e dell'adriese Christian Spinello, Sotto il peso delle nuvole, per l'editore indipendente Bibliotheka.

"È stato un anno straordinario - dice Mattia Signorini - In questo momento i riflettori dell'editoria sono puntati sulla scuola Palomar, che in pochi anni è diventata un vero punto di riferimento per lo scouting di esordienti in Italia. Adesso sono gli editori a chiamarci per leggere i romanzi dei nostri studenti, che arrivano da tutta Italia, e molti di loro ogni anno vengono pubblicati".

12 luglio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017