COMUNE ADRIA (ROVIGO) I gruppi Impegno per il bene comune e Siamo Adria chiedono le dimissioni del sindaco dopo il consiglio comunale sul tema del Centro servizio anziani

“Abbiamo un sindaco podestà”, segnalazione al Prefetto

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

La scoperta del documento firmato dal sindaco Massimo Barbujani con Ater per la nuova sede del Centro servizio anziani non è andata giù ai gruppi di Impegno per il bene comune e Siamo Adria che evidenziano come il primo cittadino non stia rispettando la delibera del consiglio sui servizi socio-sanitari. Per questo non solo chiedono le sue dimissioni ma hanno preparato una segnalazione al Prefetto chiedendo di verificare se sussistano le condizioni di omissione d'atti d'ufficio



Adria (Ro) - “Chiedete la sfiducia del sindaco, noi di Ibc l'appoggeremo e siamo sicuri che la minoranza farà altrettanto”. Impegno per il bene comune e Siamo Adria, capitanata da Omar Barbierato, fanno appello al senso di responsabilità dei consiglieri di maggioranza dopo l’ultimo consiglio comunale sul tema della casa di riposo (LEGGI ARTICOLO).

“Abbiamo un sindaco ‘podestà’ che prende impegni senza informare nessuno, che viene smascherato dalla minoranza su un tema fondamentale come il Centro servizi anziani, che non rispetta la delibera del consiglio sui servizi socio-sanitari. Per cui noi abbiamo preparato segnalazione al Prefetto chiedendo di verificare se sussistano le condizioni di omissione d'atti d'ufficio”. 

“Pensiamo che stia alla coscienza dei consiglieri di maggioranza ora capire se valga la pena continuare a sostenere il mandato di una persona che sta agendo da solo su argomenti di fondamentale importanza per tutti i cittadini, - spiegano i gruppi - che ha insultato il consiglio e la città fin dal suo primo atto, la nomina della consigliera Beltrame nel cda del Csa prima ancora che l'attuale consiglio comunale si insediasse. Il giorno dell'insediamento noi abbiamo denunciato subito ai nostri colleghi questa grave mancanza: prendere una decisione grave ed importante prima di sentire l'indirizzo politico del consiglio comunale, delle persone votate dai cittadini e portatori dei loro interessi. Attendiamo di sentire presto dunque la voce della maggioranza per il bene della comunità”.

 

15 luglio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • “Stand negato alla beneficenza”: scoppia il caso

    ASSOCIAZIONISMO ADRIA (ROVIGO) Spostata la cena per raccogliere fondi per i bimbi down, il consigliere del Pd Sandro Gino Spinello chiede lumi sulla gestione dello spazio

  • “Quando piove, le condutture non assorbono”

    STRADE ADRIA (ROVIGO) Impegno per il Bene Comune e SiamoAdria, con Marco Tosato e Francesca Guarnieri chiedono all’amministrazione di prendere provvedimenti

  • Ore 19.15: la città si inchina ai suoi eroi

    IL RICORDO DELLA TRAGEDIA (ROVIGO) Si chiamavano Nicolò Bellato, 28 anni, Paolo Valesella, 53 anni, Marco Berti, 47 anni, Giuseppe Baldan, 48 anni. Uccisi da una nube tossica, nessuno li dimenticherà

  • Tempo di premi per la performance in Comune

    PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ADRIA (ROVIGO) Per i lavoratori che abbiano raggiunto un punteggio minimo di 71/100 stanziati in tutto 78mila euro, riconoscimenti anche a p.o., dirigenti e segretario generale

  • Case popolari: prima gli adriesi

    EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ADRIA (ROVIGO) Il Comune sceglie di avvalersi della facoltà, prevista dalla legge, di attribuire un punteggio maggiore a coloro che da più tempo sono residenti nel Comune

  • Il caso Furlanetto infiammerà il consiglio comunale

    CASO COIMPO ADRIA (ROVIGO) Giovedì 28 settembre una riunione piena di questioni importanti: all'ordine del giorno c'è pure il progetto per la nuova sede della casa di riposo

  • Ultimo atto: il Comune paga

    CASO BORGHI AUTENTICI (ADRIA) Palazzo Tassoni onora il decreto ingiuntivo da 33.908 euro, mentre resta in piedi la causa di merito, frutto della sua opposizione

Musikè fondazione cariparo 730x90