OMICIDIO DI PORTO VIRO (ROVIGO) Ma la difesa, affidata all'avvocato Marco Casellato, prosegue nelle indagini difensive e promette ulteriore battaglia

"Ha massacrato l'anziana zia": i giudici confermano il carcere

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017
Miranda Sarto, 83 anni, residente nella sua abitazione di via Gorghi, a Porto Viro, sarebbe stata prima presa a coltellate, poi le sarebbe stato schiantato un vaso in testa (LEGGI ARTICOLO). Accusato dell'atroce delitto è Gino Sarto, 65 anni, nipote della donna, residente nella stessa villetta, al piano superiore, difeso dall'avvocato Marco Casellato di Adria. Il delitto era avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 9 novembre  (LEGGI ARTICOLO), mentre l'arresto di Sarto era scattato venerdì 16 giugno, i carabinieri hanno arrestato il nipote della donna, Gino Sarto, 65 anni (LEGGI ARTICOLO). Casellato aveva chiesto, ai giudici del Tribunale del Riesame di Venezia, di revocare la misura cautelare della custodia in carcere, disposta a carico del suo assistito dal giudice per le indagini prelimiari Pietro Mondaini. Istanza rigettata, ma ora la difesa ritiene di avere le proprie carte da giocare

Porto Viro (Ro) - Resta in carcere, ma il suo avvocato Marco Casellato ha avviato indagini difensive, sulla base delle quali sarebbero emerse incongruenze nella ricostruzione dei fatti che ha portato all'arresto di Gino Sarto, 65 anni. Arresto eseguito il 16 giugno, a sette mesi di distanza dall'omicidio di Miranda Sarto, la zia di 83 anni. I due vivevano nella medesima abitazione di via Gorghi, lei al piano terra, lui a quello superiore. Un delitto feroce, commesso per una serie di rancori, in parte connessi all'avidità, in parte ad altre ruggini. La vittima sarebbe stata accoltellata varie volte, poi le sarebbe stato inferto un ultimo colpo, con un vaso schiantato in testa.

Celebrata l'udienza di fronte al Tribunale del Riesame, con la quale l'avvocato Casellato aveva domandato la revoca della misura della custodia cautelare in carcere, i giudici non hanno ritenuto di accogliere questa istanza. Ma battaglia giudiziaria, però, prosegue. Con fiducia della difesa di ottenere risultati.
15 luglio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • “Una farsa la calata dei colonizzatori in città”

    IL CASO A PORTO VIRO (ROVIGO) Udc e Forza Italia prendono posizione contro la visita dell’onorevole Boccia in città: “Progetti nebulosi, finanziamenti inesistenti. E mancava proprio chi doveva esserci”

  • Adesso è finita davvero. Ma attenzione ai divieti

    STRADE PORTO VIRO (ROVIGO) Il ponte sulla Romea riapre ancora prima del previsto. Si torna alla normalità, anche per quanto riguarda il velox e le precedenti ordinanze

  • Volantini sui segnali, multa ai novelli sposi

    POLIZIA LOCALE PORTO VIRO (ROVIGO) Il comandante: "Dispiace tanto, ma le regole sono queste e ci sono per il decoro. Il Comune informa tutte le coppie prossime al matrimonio che non si può"

  • Via gli sbarramenti, incubo finito. Si riapre!

    VIABILITÀ PORTO VIRO (ROVIGO) Il sindaco Maura Veronese annuncia la riapertura del ponte sulla Romea e la fine delle deviazioni sulla viabilità secondaria

  • "Decidiamo assieme la data del consiglio": è subito scontro

    IL CASO A PORTO VIRO (ROVIGO) L'opposizione, con Silvia Gennari, critica la scelta di fissare in autonomia, da parte della maggioranza, l'appuntamento

  • Un incontro per ripartire bene a settembre

    ISTRUZIONE PORTO VIRO (ROVIGO) Incontro tra il sindaco Maura Veronese, il vice Doriano Mancin e il dirigente dell’istituto scolastico Giovanni Beltrame per fare il punto sui bisogni ed urgenze da affrontare nelle scuole del territorio 

  • Tutto il Delta stando in sella

    TURISMO PORTO VIRO (ROVIGO) L’amministrazione comunale ha incontrato l'onorevole Francesco Boccia per presentare il grande progetto di riqualificazione delle piste pedociclabili e la realizzazione di una che porti da Loreo a Porto Levante 

Musikè fondazione cariparo 730x90