OMICIDIO DI PORTO VIRO (ROVIGO) Ma la difesa, affidata all'avvocato Marco Casellato, prosegue nelle indagini difensive e promette ulteriore battaglia

"Ha massacrato l'anziana zia": i giudici confermano il carcere

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
Miranda Sarto, 83 anni, residente nella sua abitazione di via Gorghi, a Porto Viro, sarebbe stata prima presa a coltellate, poi le sarebbe stato schiantato un vaso in testa (LEGGI ARTICOLO). Accusato dell'atroce delitto è Gino Sarto, 65 anni, nipote della donna, residente nella stessa villetta, al piano superiore, difeso dall'avvocato Marco Casellato di Adria. Il delitto era avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 9 novembre  (LEGGI ARTICOLO), mentre l'arresto di Sarto era scattato venerdì 16 giugno, i carabinieri hanno arrestato il nipote della donna, Gino Sarto, 65 anni (LEGGI ARTICOLO). Casellato aveva chiesto, ai giudici del Tribunale del Riesame di Venezia, di revocare la misura cautelare della custodia in carcere, disposta a carico del suo assistito dal giudice per le indagini prelimiari Pietro Mondaini. Istanza rigettata, ma ora la difesa ritiene di avere le proprie carte da giocare

Porto Viro (Ro) - Resta in carcere, ma il suo avvocato Marco Casellato ha avviato indagini difensive, sulla base delle quali sarebbero emerse incongruenze nella ricostruzione dei fatti che ha portato all'arresto di Gino Sarto, 65 anni. Arresto eseguito il 16 giugno, a sette mesi di distanza dall'omicidio di Miranda Sarto, la zia di 83 anni. I due vivevano nella medesima abitazione di via Gorghi, lei al piano terra, lui a quello superiore. Un delitto feroce, commesso per una serie di rancori, in parte connessi all'avidità, in parte ad altre ruggini. La vittima sarebbe stata accoltellata varie volte, poi le sarebbe stato inferto un ultimo colpo, con un vaso schiantato in testa.

Celebrata l'udienza di fronte al Tribunale del Riesame, con la quale l'avvocato Casellato aveva domandato la revoca della misura della custodia cautelare in carcere, i giudici non hanno ritenuto di accogliere questa istanza. Ma battaglia giudiziaria, però, prosegue. Con fiducia della difesa di ottenere risultati.
15 luglio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni