COMUNE PORTO VIRO (ROVIGO) Le idee e progetti che l’assessore Marialaura Tessarin del Pd ha deciso di mettere in atto per la comunità nella nuova giunta di Maura Veronese

L’entusiasmo di continuare le cose già iniziate

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Tra iniziative già fatte durante l’amministrazione di Thomas Giacon e che vorrà riproporre e nuovi progetti l’assessore portovirese Marialaura Tessarin ha preparato una programmazione da adottare a favore di donne, per il superamento dell'handicap, per disoccupati e per reperire fondi comunitari



Porto Viro (Ro) - “Inizio con grande entusiasmo questa nuova esperienza amministrativa, forte di un bagaglio formativo politico di 8 anni, e sicuramente con un pizzico in più di maturità e autoconsapevolezza”. 

Marialaura Tessarin, assessore alle politiche di genere, Politiche per il superamento dell’handicap, Associazionismo, Politiche giovanili, Università popolare, Imprenditoria femminile, Fondi europei e Anci, che si è fatta un tracciato delle prossime linee da adottare. 

“Per quanto riguarda le politiche di genere, a favore delle mie concittadine, riprendo ad avvolgere quel fil rouge attraverso il quale negli ultimi tre anni, per conto del Comune di Porto Viro, ho potuto attivare interventi mirati al benessere, alla crescita e alla valorizzazione delle donne portoviresi, - afferma - creando occasioni di confronto, formative, di scambio di buone prassi che hanno messo al centro la figura della donna, le sue priorità, le sue esigenze ma soprattutto le sue qualità e le sue potenzialità”. 

Quindi, anche alla luce della sua precedente esperienza non mancherà l'attenzione verso questi temi, con particolare attenzione alle donne in difficoltà e disoccupate. “Sto lavorando per costruire una rete di collaborazione con tutti quegli enti e associazioni di categoria che da sempre hanno dimostrato sensibilità verso le donne intese soprattutto nel loro ruolo sociale, - spiega - affinché l’assessorato possa essere un vero e proprio megafono di informazioni utili, divulgazione di progetti, bandi a favore delle donne lavoratrici e imprenditrici. Sono certa che, anche in sinergia con la Regione Veneto, si potranno portare a casa grandi risultati. Ed oltre ad attivarmi per far ripartire i corsi di formazione, gli incontri sull'imprenditoria e i dibattiti sui temi sociali d’interesse, non tarderà l'apertura di un tavolo di discussione con il comitato di pilotaggio di gestione del centro antiviolenza e con la solerte presidente Maria Grazia Avezzù, che con impegno e dedizione sta portando avanti questa difficilissima battaglia per la riapertura di un servizio nel nostro territorio, purtroppo, necessario”.

Sul piano tecnico-amministrativo, Tessarin pensa sia tempo di una rivisitazione di qualche regolamento di commissioni: “Con i responsabili di servizio, infatti, sono al lavoro per una rivalutazione del regolamento della commissione pari opportunità e della commissione associazioni, con l'obiettivo di perfezionarne le condizioni di ruoli e compiti e per migliorarne il funzionamento in generale. Sarà da rivedere anche la consulta del volontariato che allo stato delle cose, per come è stata precedentemente concepita, risulterebbe davvero di difficile coordinamento”.

Per ciò che concerne le politiche per il superamento dell'handicap, è un referato che non vuole di certo sostituirsi a quello dei servizi sociali, “ma ha l'ambizione di creare progetti e di fare sensibilizzazione su temi sopra i quali, troppo spesso, regna il silenzio. - racconta - Avevo già aperto tempo fa un dialogo con la nostra Ulss 5, per poter iniziare ad affrontare argomenti delicati come l'affettività e la sessualità delle persone disabili, argomenti verso i quali forse anche le famiglie nutrono qualche dubbio, ma che sicuramente meritano tutta l'attenzione e di essere sviscerati con equilibrio ed intelligenza, perché la disabilità, forse più di tante altre cose, ha bisogno di cultura per l'abbattimento delle barriere psicologiche che vanno abbattute ancor prima di quelle architettoniche. E poi, come promesso in campagna elettorale, mi sto prodigando per dare vita al comitato polesano per la vita indipendente delle persone con disabilità, un comitato in rete con i comuni del Polesine e sicuramente con il sostegno della Fish (Federazione italiana superamento handicap) con cui ho importanti contatti, sempre in virtù di quella cultura di autonomia, indipendenza e autodeterminazione che purtroppo in pochi conoscono, o che forse in molti non vogliono capire”.

Tessarin torna ad occuparsi anche di politiche giovanili: “Di grande successo si è rivelata l'iniziativa per i giovani disoccupati realizzata durante il mio precedente mandato, organizzata in collaborazione con il Mopl di Padova, corso che in 5 lezioni ha permesso a circa 30 giovani portoviresi di imparare a cercare lavoro in modo sano e costruttivo. Sarà mia cura mettermi in contatto con l'associazione al più presto magari per ripetere l'esperienza, e da qui partire per mettere in atto interventi e azioni adatte a stimolare i giovani sotto il punto di vista culturale con lo scopo di renderli sempre di più soggetti autonomi e consapevoli, magari con l'appoggio della biblioteca civica, e in sinergia il nostro istituto comprensivo, l’istituto tecnico Colombo e l’Enaip, nostre realtà locali eccellenti nel campo educativo e della formazione”.

Infine, la grande scommessa di questo suo mandato sono i fondi comunitari: “Sto visionando, infatti, in queste settimane lo scadenziario e i bandi aperti per accedere ai fondi europei a fronte della presentazione di un progetto. - conclude - La strada da percorrere, a mio avviso, è innanzitutto quella di individuare delle società con le quali mettere in atto una collaborazione in agreement, società che sappiano concretizzare le nostre idee e metterle nero su bianco attraverso progetti seri dettagliati e precisi, e soprattutto appetibili alla comunità europea, volti alla valorizzazione del nostro territorio sotto il punto di vista urbanistico, della viabilità e dell'edilizia, e non per ultimo del turismo, vera chiave di volta per lo sviluppo del Delta”.

15 luglio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017