BEACH VOLLEY Splendido risultato per la polesana Marta Menegatti e Becky Perry al Masters Cev di Alanya (Turchia). Un terzo posto che fa ben sperare

Primo podio stagionale per Marta Menegatti 

Marta Menegatti e Becky Perry sul podio in Turchia
Marta Menegatti e Becky Perry sul podio in Turchia
Marta Menegatti e Becky Perry sul podio in Turchia
Marta Menegatti e Becky Perry
Marta Menegatti
Marta Menegatti e Becky Perry sul podio in Turchia
Becky Perry e Marta Menegatti
Becky Perry e Marta Menegatti
Musikè fondazione cariparo 730x90

La polesana Marta Menegatti e Becky Perry hanno chiuso il torneo sul terzo gradino del podio il Masters Cev di Alanya (Tur). Piccolo importante lampo di sole per le Azzurre in una stagione sin qui abbastanza avara di soddisfazioni. Dopo la lunga risalita nel tabellone perdenti, Marta e Becky, domenica 16 luglio sono state battute in semifinale dalle finlandesi Lahti-Parkkinen 2-0 (21-17 21-17). Poi nel pomeriggio si sono riscattate battendo nella finalina per il bronzo le tedesche Ittlinger-Mersmann 2-0 (21-19 21-19). Un risultato importante soprattutto per il morale della coppia guidata dal brasiliano Lissandro.


Alanya (Turchia) - Grande iniezione di fiducia in vista dei prossimi mondiali di beach-volley per Marta Menegatti e Becky Perry che hanno vinto la medaglia di bronzo all’Alanya Masters valida come prova del Campionato Europeo.

In Turchia le due azzurre hanno iniziato la propria avventura in maniera che gli esperti hanno definito sconcertante visto che nel primo turno state travolte dalle spagnole Elsa Baquerizo McMillan - Paula Soria Gutiérrez in due set velocissimi. Contro Elsa – Soria, le due azzurre non sono proprio scese in campo cedendo nettamente per 21-12 e 21-11.

Cosi Marta e Becky sono state costrette a ripartire dal tabellone perdenti dove per prima hanno affrontate le turche Bugra Eryildiz - Merve Celebi. Contro le padrone di casa le due azzurre hanno conosciuto la prima vittoria imponendosi per 2-0 (21-16, 21-13) conquistando cosi il pass per il turno successivo. Qui Marta e Becky hanno affrontato l’altra coppia spagnola del torneo formata da Amaranta Fernández Navarro e Angela Lobato Herrero conquistando il passaggio del turno al tie-break. Vittoria per 2-1 (21-17, 16-21, 15-13) dopo una vera e propria battaglia che alla fine si è risolta a favore delle azzurre.

Azzurre che poi si sono confermate vittoriose contro le francesi Alexandra Jupiter - Ophélie Lusson costrette a cedere il passo a Marta e Becky che si sono imposte per 2-0 (21-14, 21-18).

Quindi ieri mattina Marta Menegatti e Becky Perry hanno incontrato la coppia ucraina, testa di serie n. 1, Valentyna Davidova - Ievgeniia Shchypkova per la partita che valeva l’accesso in semifinale.

E contro le ucraine le due azzurre giocano alla grande andando ad imporsi per 2-0 (21-18, 22-20) dopo una battaglia di 44’. Purtroppo in semifinale Marta e Becky vengono stoppate da Taru Lahti Liukkonen - Anniina Parkkinen con le finniche che fanno proprio il match vincendo con un doppio 21-17.

Finalina per il terzo posto, quindi, per Marta e Becky che scendono in campo con la ferma intenzione di centrare il primo risultato di spessore della stagione e quindi della nuova coppia del beach-volley femminile italiano. Una coppia che, com’è noto, a fine stagione si romperà per la scelta di Becky Perry di tornare all’indoor, ma che vuole comunque lasciare il segno della propria formazione.

A cercare di contendere alle due azzurre il bronzo all’Alanya Masters la coppia tedesca Sandra Ittlinger - Teresa Mersmann.

Finalina che come da attesa è molto equilibrata ma Marta e Becky in entrambi i set nel finale trovano lo spunto che gli permettere di chiudere entrambi il parziali sul 21-19. Un 2-0 che vale il terzo posto e che porta serenità e fiducia in una coppia che in questa stagione ha ricevuto più critiche che apprezzamenti. Certo l’Alanya Masters è un torneo minore rispetto a quelli che sono inseriti nel World Tour ma è anche vero che ha visto la partecipazione di coppie di spessore e che Marta e Becky erano testa di serie n. 9. Chiudere quindi il torneo turco con la vittoria della medaglia di bronzo deve essere considerato quindi un risultato di tutto rispetto.

 

16 luglio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017