ATLETICA LEGGERA A Conegliano (Tv) altra prestazione da incrociare per la portacolori della Discobolo Rovigo 

Tarè Bergamo vince il trofeo Coni Veneto

Tarè Bergamo
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Oltre 60 atleti della categoria ragazzi (2005/2004) si sono cimentati in un triathlon che prevedeva m.60 piani, salto in lungo e getto del peso. La gara non è iniziata nel migliore dei modi per la ragazza rodigina, anche il meteo non ha agevolato il lancio dalla pedana, ma Tarè Bergamo si è dimostrata atleta di qualità superiore


Conegliano  (Tv) - Di scena quasi a sorpresa nel calendario regionale Fidal, il Trofeo Coni Veneto, manifestazione che prevede anche una fase nazionale in programma dal 21 al 24 settembre a Senigallia nelle Marche, si è disputato a Conegliano sabato 15 luglio. 

Oltre 60 atleti della categoria ragazzi (2005/2004) si sono cimentati in un triathlon che prevedeva m.60 piani, salto in lungo e getto del peso, risultati rapportati alla tabella portoghese e classifica che premia la poliedricità con classifica generale. I primi due punteggi assoluti (uno maschile e uno femminile) parteciperanno alla fase nazionale.

Con molti atleti in vacanza la Discobolo non ha potuto fare squadra ma si è presentata con l’atleta che quest’anno si sta distinguendo in diverse discipline, in particolare nei salti e nei lanci, Tarè Bergamo, per l’occasione accompagnata da Valentina Rocchetto e dal responsabile del settore giovanile professor Giovanni Migliorini.

La gara non è iniziata nel migliore dei modi per la ragazza rodigina sorpresa nella sua batteria della velocità da un “pronti..via” dettato dallo starter, velocissimo che l’ha lasciata sui blocchi con le sue lunghe gambe difficili da mettere in moto; poi si è lanciata in quella che era una corsa ad handicap, vinta si ma chiusa con un brutto 9”3/553. Tanti punti lasciati all’atleta Giada Stremiz di Longarone che alla fine risulterà l’avversaria che l’ha impegnata di più.

Pronto il riscatto nel salto in lungo dove, seppure con vento contrario Tarè ha piazzato al primo salto un discreto n.4,42/729 confortato da un 4,36 staccando almeno 30 cm. Dietro l’asse di battuta.

Pioggia, freddo e pedana scivolosa non hanno permesso un grande exploit nel getto del peso ma è bastato un discreto m.13,17/915 per portarla al primo posto con 2.197 punti e 207 punti di vantaggio sulla seconda.

Entusiasmo fra quanti stanno seguendo il percorso atletico di questa ragazza nella speranza che una società di Rovigo, in questo caso la neonata “Discobolo”, riesca a conservare e valorizzare “in casa” un potenziale talento senza doverlo cedere sino dalle categorie giovanili ad altre società più ricche e blasonate.

 

 

   

16 luglio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017