ACCOGLIENZA FICAROLO (ROVIGO) Il sindaco Fabiano Pigaiani firma un protocollo d’intesa con la Prefettura per utilizzare i profughi in lavoretti socialmente utili alla comunità, a titolo gratuito 

“Con i profughi ci troviamo bene, adesso li facciamo lavorare” 

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Dopo un inizio per nulla sereno, con il caso finito anche sulle televisioni nazionali (LEGGI ARTICOLO), ora a Ficarolo tra la comunità locale e i profughi pare che la pace sia stata ritrovata. Comune, Prefettura e Fondazione San Salvatore (che si occupa della gestione dei richiedenti asilo in paese) hanno firmato un protocollo d’intesa che rende, di fatto, i profughi disponibili, a costo zero, a lavorare per la comunità che li ospita. Il sindaco Fabiano Pigaiani: “L’accoglienza fatta così funziona, ma i numeri devono essere bassi” 



Ficarolo (Ro) – Dopo la prima esperienza di marzo, in cui i profughi avevano dato una mano alla comunità con qualche lavoretto socialmente utile, ora l’accordo per trasformare questo esperimento in una prassi consolidata è siglato. Comune, Prefettura e Fondazione San Salvatore hanno firmato un protocollo d’intesa che regolamenta il ricorso all’aiuto dei profughi ospitati in paese. Potranno aiutare la Fondazione che li gestisce o il Comune con piccoli lavoretti come giardinaggio e sfalcio dell’erba, svuotamento cestini, pulizia delle strade ed altri lavori anche in base alle capacità dei ragazzi ospitati. 

“Una formula già adottata in altri Comuni, ma credo che un protocollo così sia il primo firmato in Polesine – spiega il sindaco di Ficarolo, Fabiano Pigaiani – Un protocollo ed un tipo di accoglienza che dovrebbero diventare un prototipo. Ammetto che io sono uno di quei sindaci che è sempre stato contrario all’accoglienza, e non vorrei parlare troppo forte ma con questi numeri, noi ospitiamo massimo 15 richiedenti asilo, si può fare, funziona. L’atmosfera da noi è completamente cambiata rispetto all’inizio, i profughi non hanno mai dato problemi ed ora dobbiamo anche dargli una dignità, con il lavoro. Un tipo di lavoro che aiuta la comunità che gli ospita e che dimostra alla gente come l’integrazione possa essere realizzabile”. 

17 luglio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90