OSPEDALE TRECENTA (ROVIGO) La toccante lettera dei familiari di un anziano. Nonostante il dolore della scomparsa, hanno ringraziato il personale sanitario

"Lo avete assistito con amore sino all'ultimo. Grazie di cuore"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
Una lettera toccante due volte. La prima perché è un ringraziamento al personale dell'ospedale di Trecenta, per la sua professionalità e umanità; la seconda perché arriva da una famiglia appena toccata dalla scomparsa di un suo anziano componente. Nonostante questo, tutti hanno voluto dimostrare l'apprezzamento per le cure avute nel corso della degenza nell'ospedale dell'Alto Polesine

Trecenta (Ro) - "Volevamo ringraziare tutto il personale dell'ospedale, in particolare il reparto di Medicina - lungodegenza del San Luca di Trecenta. Dai medici agli operatori sociosanitari che hanno assistito con umanità e professionalità mio padre durante le settimane di ricovero per la sua malattia". E' la lettera della figlia, alla quale si associano anche gli altri familiari, scritta dopo la scomparsa di un anziano, residente nel Comune di Lendinara. Un 74enne che non è stato, purtroppo, possibile salvare.

Nonostante questo, la famiglia ha sentito l'esigenza di pronunciare un sentito "grazie" per i medici dell'ospedale di Trecenta e per tutto il personale coinvolto nell'assistenza. Sottolineando quanto la loro competenza, assieme alla loro umanità, sia stata importante in questo periodo difficile. Una lettera che colpisce.
19 luglio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017