CNA ROVIGO Ancora sospeso in veneto il fondo di rotazione per l’imprenditoria femminile

“Imprenditrici piene di risorse e di genialità ma che non hanno la giusta ricompensa”

CNA 730X90 SPECIALE Epasa Pensionati

Anche le ultime statistiche sottolineano che l’Italia è il primo Paese in Europa per numero di imprenditrici, sono quasi un milione e mezzo, in pratica un terzo della popolazione imprenditoriale italiana con un livello di istruzione superiore a quello dei colleghi maschi, lo afferma la Presidente di Cna impresa donna Simonetta Pregnolato.

Anche a Rovigo le imprenditrici sono una presenza importante, infatti rispetto ad una media regionale del 18,70% le donne imprenditrici iscritte al registro delle Imprese sono il 22% del totale, è la percentuale più alta delle Province venete.

Questi dati nazionali e locali, commenta la Presidente, confermano ancora una volta che le imprenditrici sono piene di risorse e di genialità, basti pensare che a livello nazionale un’impresa su 4 è guidata da donne under 35 e che sono 306.000 gli occupati in queste imprese.

E’ utile ribadire il fondamentale apporto delle imprenditrici per la ripresa economica ma  questo purtroppo non basta a facilitare la vita alle imprenditrici: un aspetto su tutti, quello di accesso al credito.

Ci sono problemi su entrambi i fronti, commenta Simonetta Pregnolato, sia quello della domanda che quello dell’offerta; dal lato della domanda le imprese femminili sono meno propense a chiedere credito per timore di vedersi rifiutata la richiesta, dal lato dell’offerta la concessione del credito trova freni proprio nelle minori garanzie.

A livello di incentivi le cose non cambiano, evidenzia la Presidente, pensiamo alla legge Regionale 1/2000, il Fondo di Rotazione per l’imprenditoria femminile, che da Ottobre 2016 è sospesa per mancanza di fondi. Questa sospensione sta creando notevoli difficoltà alle imprenditrici venete: sia a quelle già in attività e che intendono fare investimenti sia e soprattutto alle neo imprenditrici. Chiediamo quindi alla Regione Veneto un impegno affinchè al più presto venga riattivato il Fondo, uno strumento di incentivazione che è sempre stato molto apprezzato ed utilizzato dalle imprenditrici.

L’imprenditoria femminile, conclude Simonetta Pregnolato, sta dando un notevole contributo qualitativo al sistema Veneto e anche delle opportunità in termini di progetti imprenditoriali e di idee che potrebbero ancora mettere in campo. Perché questo avvenga è necessario creare condizioni che agevolino la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili mettendo in campo risorse e strumenti di agevolazione in grado di supportare questa importante risorsa per il nostro territorio e per questo sollecitiamo l’intervento anche dei nostri rappresentanti polesani.

20 luglio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe