RUGBY PRO 12 Zebre Rugby Srl rinuncia, la federazione e il presidente Alfredo Gavazzi intervengono affidando ad Andrea Dalledonne la nuova società 

Caos Zebre, la Fir ci mette una pezza

Alfredo Gavazzi presidente Fir
Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Crisi economica pesante, Zebre Rugby Srl rinuncia alla partecipazione alla Celtic league. Privatizzazione fallita, il territorio non ha risposto. Sorge una nuova società sotto il controllo della Fir, nella giornata di lunedì 24 luglio Gavazzi incontra giocatori e staff per definire la situazione dei contratti. Intanto il Benetton Treviso, l’altra franchigia italiana, è già in ritiro in montagna. Parma in clamoroso ritardo


Parma - La Federazione Italiana Rugby ha preso atto della comunicazione ricevuta dalla società "Zebre Rugby Srl", nella quale la scrivente ha manifestato la propria rinuncia a partecipare al Guinness PRO12 2017/18. 

Deliberata la costituzione della "società Zebre Rugby Club" per garantire la partecipazione di due squadre italiane alla competizione al fine di rispettare gli accordi in essere con il Board di Celtic Rugby, e determinato di nominare amministratore unico della nuova società Andrea Dalledonne ed  Diego Rivetti quale sindaco unico, i vertici di Fir incontreranno nella giornata di oggi lunedì 24 luglio a Parma - unitamente ai nuovi amministratori - i membri dello staff e giocatori della franchigia per avviare i processi operativi di "Zebre Rugby Club" e definire quanto prima i contratti con quadri tecnici, atleti e personale della nuova Società. 

 

 

24 luglio 2017




Correlati:

Elezioni Diego Crivellari 730x90 Alternanza