SPORT IN LUTTO ROVIGO E’ morto Gianfranco Correzzola, avrebbe dovuto ricevere la Stella d’oro al merito sportivo dal Coni, una delle tante benemerenze per la sua attività nella pesistica 

Mercoledì l’addio a Gianfranco Correzzola

Gianfranco Correzzola (a destra) premiato dal presidente regionale del Coni Bardelle
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Si è spento all'ospedale di Rovigo il maresciallo dei carabinieri in congedo Gianfranco Correzzola. Aveva 78 anni. In città era molto noto per la sua attività nella disciplina della pesistica, una storica palestra poi numerose benemerenze. Purtroppo il Coni non è riuscito a consegnare l’ultima e più importante, la Stella d’Oro al merito. L’ultimo saluto sarà dato nella chiesa di San Francesco mercoledì 2 agosto alle ore 10


Rovigo - Il Coni aveva deciso di conferirgli la Stella d’oro al merito sportivo dopo quella d’argento, Gianfranco Correzzola l’età di 78 anni non l’ha potuta ricevere a Venezia qualche settimana fa, ma il comitato a cinque cerchi veneto e rodigino lo avrebbe fatto direttamente a domicilio. Troppo tardi, il maestro della pesistica rodigina e maresciallo dei carabinieri in congedo, si è spento all’ospedale di Rovigo il 30 luglio, lasciando la moglie Anna e il figlio Enrico.

Maestro di pesistica e cultura fisica, Correzzola ha da sempre legato il suo nome alla pesistica e più in generale al mondo della cultura fisica. Classe 1939, dal 1981 al 1999 è stato presidente dell’As Athletic Club di Rovigo, per 8 anni, dal 1981 al 1989, presidente regionale all’Aicap (Associazione italiana culturismo alzate di potenza), nonché segretario nazionale della stessa associazione dal 1983 al 1993.

Ha promosso ed organizzato numerose gare di cultura fisica, pesistica, biathlon atletico e distensione su panca, inanellando molti successi personali e con i propri atleti.

E’ stato anche segretario dell’”Accademia” e docente per le materie “Origini e storia della Cultura Fisica” e di “Documenti e carte federali”. Dal 1977 è ufficiale di gara di pesistica, prima regionale, poi nazionale ed attualmente rientra nel ruolo degli “Arbitri Benemeriti”. Dal 1979 al 1984, è stato consigliere regionale della Federazione Italiana Lotta Pesi Judo Karate, e dal 1985 il delegato Fipe per la Provincia di Rovigo.

L’ultimo saluto sarà dato nella chiesa di San Francesco mercoledì 2 agosto alle ore 10.

 

 

31 luglio 2017




Correlati:

  • Capitan Ruffolo assolto per non aver commesso il fatto

    RUGBY ROVIGO Edoardo Ruffolo è innocente. Era stato coinvolto nella vicenda giudiziaria che aveva visto sul banco degli imputati alcuni giocatori dopo la rissa del Malua del Lido di Spina (Ferrara)

  • Buio e marciapiedi impraticabili in centro storico. “Meglio andare in Fattoria”

    DEGRADO ROVIGO Asfalti dissestati, si spezza la ruota del passeggino. È la segnalazione di una famiglia rodigina: “Ci piace la nostra città, ma al centro commerciale almeno il pavimento è liscio”

  • Intere strade rimangono al buio

    IL CASO A ROVIGO Nella serata di lunedì 11 dicembre ripetute segnalazioni nella zona del Castello e in via Sacro Cuore

  • Performance in crescita

    ARRAMPICATA SPORTIVA ROVIGO Nelle ultime due gare del campionato giovanile Veneto (Junior Cup) gli atleti dell’Uni Sport si sono distinti per risultati conseguiti 

  • Emozioni forti al Palasport

    PUGILATO ROVIGO Doppio spettacolo per il 4° trofeo Carlo Castellacci di boxe. Oltre ai successi dei giovani atleti della Pugilistica Rodigina, esordio sul ring per Michele Brusaferro

  • La boxe ritorna al Palasport

    PUGILATO ROVIGO Palcoscenico delle grandi occasioni domenica 10 dicembre al Palazzetto di via Bramante per il 4° trofeo Carlo Castellacci 

  • Una bella esperienza di inclusione

    PODISMO ROVIGO In occasione dei campionati studenteschi disputati a Ceregnano il 15 novembre, in gara anche uno studente autistico accompagnato dal suo tutor

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017