RIFIUTI ROVIGO "Immondizia lasciata per giorni nei cassonetti strapieni, basta con i proclami di Ecoambiente". Il consigliere comunale Antonio Rossini lancia il suo attacco frontale

Non solo zanzare: Buso nel degrado, non ne può più

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Prima, la scoperta di un focolaio di West Nile a Buso, frazione di Rovigo. Poi, altre problematiche riscontrate dai residenti (LEGGI ARTICOLO). Ma non è ancora finita: c'è anche il problema dei cassonetti dell'immondizia strapieni e della puzza, tanto che il consigliere comunale Antonio Rossini lo dice chiaramente: così non si va avanti. E punta con decisione il dito contro Ecoambiente, ossia la società che si occupa della raccolta dei rifiuti



Rovigo - "Non ho più parole, siamo alle solite con Ecoambiente: la mia azione politica propositiva e costruttiva vorrebbe superare il passato e migliorare il  presente, invece mi trovo a far fronte alle  documentate situazioni di emergenza e alle giustificate lamentele da parte dei cittadini. Non se ne può più dei proclami di Ecoambiente".

 E' una amara constatazione, con uno sfogo altrettanto amaro, quello del consigliere comunale di minoranza Antonio Rossini, che ancora una volta prende posizione sullo stato della raccolta dei rifiuti in città: cassonetti strapieni, con anche immondizie conferite all'esterno dai cittadini che non trovano più  spazio all'interno del contenitore. Il tutto, sotto il sole di agosto e con un caldo straordinario, per risultati facilmente immaginabili.

Un problema che sta ormai diventando - purtroppo - una costante per la città. Nonostante le tante lamentele della popolazione, non si vedono soluzioni definitive. Così Rossini ha deciso di rivolgersi, ancora una volta, all'amministrazione comunale, sperando che possa cambiare qualcosa. 

"Gentie sindaco Bergamin- recita l'intervento del consigliere comunale - malgrado le segnalazioni fatte  dallo scrivente, e non per ultimo, l'allegata interpellanza con la quale suggerisco modalità operative e accorgimenti organizzativi al fine di evitare di trovare,  per le vie della nostra città, rifiuti abbandonati fuori dai cassonetti e non raccolti tempestivamente da Ecoambiente, oltre alla rappresentata problematica dei cassonetti pieni di immondizia e non in numero sufficiente per raccogliere l'immondizia dei nostri cittadini,  continuano ad arrivarmi foto che inequivocabilmente denunciano le situazioni di degrado e di rischio alla saluta pubblica più volte, purtroppo, denunciate dal sottoscritto".

"Le allego due significative foto relative a via Lagomolin - frazione di Buso- specificando che i residenti hanno riferito che questa indecente situazione di sporcizie varie a cielo aperto si ripete ogni giorno e spesso i rifiuti vengono lasciati sulla strada per giorni!  Le chiedo, pertanto, di intervenire tempestivamente su Ecoambiente, vista la calura di questi giorni, non vorrei che a Buso e in altre zone della città, oltre ai focolai del virus West Nile, ci fosse anche un problema di salubrità e di igiene pubblica!".

"Infine - prosegue Rossini - le chiedo di girare la mia interpellanza ai vertici di Ecoambiente, e ciò con lo scopo che vengano debitamente valutate le indicazioni operative/organizzative contenute nella medesima al fine di giungere ad una concreta soluzione all'indecenza in questione, magari prima che la puzza  fermenti e arrivi 'l'inverno a mitigare il tutto'. Per ora ho letto solo proclami dai responsabili di Ecoambiente, ma i fatti sono questi!".

4 agosto 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017